Seguici su
1606814839090918

In primo piano

L’Iran ha giustiziato il lottatore Afkari

Impiccato nella prigione di Shiraz, era accusato di omicidio durante alcune proteste. Lui si è sempre proclamato innocente

Ieri il wrestler Navid Afkari, 27 anni, è stato giustiziato. Per chiedere la grazia erano scesi in campo addirittura Donald Trump e il Cio ed era stata lanciata anche una campagna social. Secondo le autorità, Afkari era ritenuto colpevole di omicidio nei confronti di un funzionario nel 2018, durante una manifestazione di protesta.

Mentre, Afkari è stato impiccato nella prigione di Shiraz, i suoi fratelli Vahid e Habib sono stati invece condannati a 54 e 27 anni di carcere. La vicenda è intricata: i tre fratelli avevano denunciato torture nei loro confronti e la condanna a morte è stata emessa sulla base di una confessione che poi lo stesso Afkari aveva ritrattato perché estorta con le torture, proclamandosi dunque sempre innocente.

Clicca per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Advertisement

Da leggere

Altri in In primo piano

rfwbs-slide