Seguici su
1606814839090918

In primo piano

L’ex calciatore Luigi Sartor arrestato per la coltivazione di piante di marijuana

Nel 2011 fu arrestato per essere coinvolto nel calcioscommesse; nel 2015 per maltrattamenti; oggi per coltivazione di marijuana

Luigi Sartor, nato a Treviso 46 anni fa è stato arrestato per la terza volta nella sua giovane vita, stavolta, per coltivazione di piante di marijuana. Fu un discreto difensore di Juve, Roma e Inter fino al 2009 quando a 34 anni appese le scarpe al chiodo. Così, finita la carriera agonistica, conosce il funzionamento della giustizia: il  19 dicembre 2011 viene arrestato a Parma  a seguito dell’inchiesta ” Last Bet” per irregolarità nel calcioscommesse. Poi, gestore di un bar a Parma , nel giugno 2015 viene arrestato per maltrattamenti nei confronti della sua ex compagna e condannato a 9 mesi di reclusione . Oggi la Guardia di Finanza, guidata dall’odore delle 106 piante di marijuana, lo ha arrestato mentre era in compagnia di un coetaneo, Marco Mantovani di Parma, intento alla cura delle piante in una serra molto curata. Le piante avrebbero potuto fruttare oltre due chili di sostanza stupefacente ma da tempo le Fiamme Gialle controllavano il casolare che in località Lesignano Palmia, appariva disabitato. Ora Luigi Sartor nell’interrogatorio di garanzia di fronte al giudice Beatrice Purita si è avvalso della facoltà di non rispondere ed è agli arresti domiciliari

Giornalista.

Clicca per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Advertisement

Da leggere

Altri in In primo piano

rfwbs-slide