Seguici su
1606814839090918

In primo piano

Le sabbie mobili del mercato non devono condizionare le scelte: domenica in palio tre punti

In questo folle calciomercato si naviga a vista, ma ora Gattuso deve concentrarsi soltanto su chi è oggi in gruppo

In attesa che questo folle mercato giunga a conclusione, Gattuso deve pensare a chi c’è: comincia il campionato e occorre far finta che il mercato non possa privare il tecnico di chi è in gruppo a lavorare, a cominciare da Koulibaly che ha un contratto con il Napoli.

Le sabbie mobili del mercato non devono condizionare l’inizio di campionato che il Napoli può affrontare con autorevolezza: rispetto alla griglia di partenza, gli azzurri non partono tra i  favoriti alla conquista dello scudetto, né rappresentano l’anti-juve  come fu lo scorso anno. Il Napoli è dato in lotta per un posto in Champions,  con qualche chance in Europa League. I fatti poi possono smentire ma intanto c’è consapevolezza in tutti che quello che sta per cominciare sarà un anno diverso condizionato dal covid, dalla mancanza di pubblico,  dalla crisi economica, dalle tante partite da giocare (in pratica tre partite a settimana) e, infine, dalle cinque sostituzioni possibili come deroga al regolamento.

Sul primo punto, quello del Covid, bisognerà mettere in conto giorni di isolamento o rinvii al buio; per la riapertura degli stadi c’è da attendere la risposta della curva di contagi dopo 15 giorni dalla riapertura delle scuole. La crisi economica è tangibile in tutti i settori produttivi ed anche nel calcio che andrebbe considerato in tutte le categorie, dall’eccellenza alla serie A. Si compra meno, si spende meno, si cerca di vendere per alleggerire i bilanci proprio nell’anno in cui tante partite ravvicinate consentiranno 5 sostituzioni. Se ne parla poco di questo aspetto che viceversa sarà determinante in tante partite che saranno decise magari dal 60° in poi.

Domenica il debutto del Napoli 2020/2021: tutti gli occhi sono puntati su Gattuso per capire come affronterà il problema in difesa: Koulibaly sì o no; come affronterà il dilemma (personale) del portiere; come affronterà l’incognita Osimhen piuttosto che Petagna; come affronterà lo schieramento a centrocampo: Demme o Lobotka. E Mertens? E Lozano?  Rafa Benitez chiedeva sempre consiglio al cuscino, e Gattuso?

Giornalista.

Clicca per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Advertisement

Da leggere

Altri in In primo piano

rfwbs-slide