Seguici su
1606814839090918

In primo piano

L’Atalanta si conferma al 2° posto, il Torino spreca e il Benevento è condannato da Mazzoleni al VAR

L’episodio all’84° al Ciro Vigorito lascia molti dubbi: Mazzoleni chiama Doveri che già aveva indicato il dischetto

BENEVENTO – CAGLIARI   1 – 3 (1°Lycogiannis (C), 16° Lapadula (, 64° Pavoletti (C), 93° Joao Pedro (C) ) Spareggio salvezza tra le streghe di Pippo Inzaghi e il Cagliari. I tre punti sono necessari per entrambe le squadre. Partita subito in salita per il Benevento: al primo minuto isolani subito in gol  con Lycogiannis: il greco lascia partire un sinistro a volo che supera Montipo’. Al 16° il Benevento pareggia con Lapadula. Nella seconda metà della gara al 64°, nuovo vantaggio cagliaritano con Pavoletti, stacca indisturbato con un colpo di testa. Chiude la partita Joao Pedro al 93° che  sigla il terzo gol per il Cagliari. Comunque l’episodio che ha deciso la partita avviene all’84° :Viola entra in area di rigore e viene atterrato da Asamoah. Nessun dubbio per Doveri che indica il dischetto ma  Mazzoleni  richiama Doveri al VAR: consultazione e annullamento della decisione che lascia molti molti dubbi.

 

 PARMA – ATALANTA  2 – 5 ( 12° Malinovskyi (A), 52° Pessina (A), 77° 86° Muriel (A), 78° Brunetta (P), 88° Somma (P) ) In piena corsa per la Champions, l’Atalanta cerca i tre punti per restare in scia del Napoli. Dea al 12° in vantaggio con Malinovskyi, il trequartista controlla e calcia con il sinistro rasoterra. Raddoppio Dea al 52° con Pessina che calcia sul secondo palo e beffa Sepe. Tris bergamasco con Muriel al 77°. Accorcia il Parma al 78° con Brunetta che supera Sportiello. Quarto gol siglato da Muriel all’86° che approfitta del palo preso da Pessina: per il colombiano è tutto facile depositare in rete. Accorcia di nuovo le distanze il Parma con Somma all’88°. Quinto gol degli ospiti con Miranchuk che spegne ogni speranza del Parma.

VERONA – TORINO  1 – 1  ( 85° Vojvoda (T), 88° Dimarco (V) ) Granata motivati a conquistare punti per la salvezza. Il Verona salvo da tempo prova a frenare la corsa del Toro. Il primo tempo finisce a reti inviolate, risultato giusto. Il gol del Torino arriva solo a cinque minuti dalla fine con Vojvoda, gol pesantissimo in chiave salvezza. Non ne approfittano gli ospiti, perché il Verona pareggia all’88° con Dimarco.

Collaboratore - Laurea in Teologia

Clicca per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Advertisement

Da leggere

Altri in In primo piano

rfwbs-slide