Seguici su
1606814839090918

In primo piano

La SSC Napoli si muove per il sociale

Presentato dall’Head of Operation, Sales Marketing Formisano un progetto per aiutare le associazioni no-profit

La SSC Napoli ha annunciato una nuova campagna charity: grazie alla collaborazione con il primo sito di aste al mondo Ebay, alla fine di ogni incontro verranno messi all’asta oggetti utilizzati in campo dagli azzurri – magliette, pantaloncini, parastinchi ecc. –   il cui ricavato di vendita sarà destinato alle imprese no profit prevalentemente della Campania.

Il manager dell’operazione, Alessandro Formisano, nel corso della conferenza stampa di presentazione del progetto, che si è svolta ieri a Castelvolturno, ha dichiarato: “In questa asta, che si realizza attraveso e-bay, il più grande player di aste online nel mondo, l’impostazione grafica è questa: diremo cosa stiamo vendendo con una certificazione e con un sistema di anticontraffazione che non è duplicabile, e raccontiamo la finalità di questo progetto. Per ogni partita casalinga avremo oggetti e aste differenti. Mi auguro che questo progetto possa decollare nella prossima stagione magari anche con oggetti di gare in trasferta. I donatori possono anche essere giocatori delle squadre avversarie. La scelta del Napoli è di collaborare con e-bay perché entrambi condividiamo che entrambi debbano garantire il massimo profitto al beneficiario. Il Napoli non ne guadagna nulla, i soldi vanno direttamente dalla piattaforma all’associazione no profit”. E ancora: “Metteremo in piedi delle aste on-line e l’intero ricavato di una o più aste sarà devoluto alle associazioni no-profit e questo ci consentirà di mettere a disposizione di queste organizzazioni delle risorse economiche ma, soprattutto, l’obiettivo più significativo è quello che le associazioni a cui noi destineremo le singole aste avranno la possibilità in quell’asta di raccontare la propria attività”.

Il  progetto charity del Napoli si muoverà a trecentosessanta gradi: “Sappiamo che ci sono progetti per aiutare persone diversamente abili, meno abbienti, o per l’evasione scolastica. Noi guarderemo a tutti i settori“.

Per ulteriori informazioni:

https://www.sscnapoli.it/web/content.aspx?did=569

 

Giornalista

Clicca per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Advertisement

Da leggere

Altri in In primo piano

rfwbs-slide