Seguici su
1606814839090918

Europa League

La Roma arriva alla doppia sfida con l’Ajax in EL in uno dei momenti peggiori della sua stagione

Giovedì 7 aprile la Roma affronterà l’Ajax nei quarti d’andata dell’Europa League

La Roma è l’ultima italiana ancora in corsa in una coppa europea, e se da un lato questo non fa sorridere i tifosi del calcio italiano, dall’altro li unirà sicuramente nel supportare Pellegrini e compagni nella doppia sfida. Le due squadre, comunque, stanno affrontando periodi diversi.

La Roma non viene da un buon momento di forma, fisica e mentale. La squadra di Fonseca, infatti, ha racimolato appena 1 punto nelle ultime 3 partite e in campionato vede il quarto posto allontanarsi pericolosamente. Alla luce del settimo posto e delle recenti difficoltà c’è stato anche un confronto diretto tra allenatore e giocatori e, secondo alcune testate giornalistiche sarebbero volate parole grosse. La società  invece smentisce categoricamente questa versione ma la tensione si avverte e il clima non è dei più rosei, soprattutto in vista di una partita importante come quella di giovedì.  Eppure una vittoria  potrebbe portare le energie necessarie allo lo sprint per il finale di stagione.

La Pasqua ha portato dall’infermeria molte notizie buone al tecnico portoghese, ma anche qualche tegola. Saranno della partita Veretout e Dzeko, che erano anche entrati nell’ultima contro il Sassuolo. Squalificati in campionato ma non in EL, Villar ed Ibanez saranno ovviamente a disposizione dell’allenatore. Forse anche Smalling sarà disponibile, ma Fonseca è fiducioso. Saranno out, invece, Mkhitaryan e Karsdorp. La formazione che dovrebbe scendere in campo sarà un 3-4-2-1 guidato davanti da Pellegrini, Pedro e Dzeko.

L’Ajax, invece, ha raggiunto 16 risultati utili consecutivi nella Eredivise ed in Europa non perde da quando ha incontrato sulla sua strada un’altra italiana, l’Atalanta di Gasperini, nell’Europa dei grandi però, il che però risale a diversi mesi fa. Nell’ultima partita di campionato la vittoria è arrivata in rimonta con le reti di Tadic, l’uomo da tenere d’occhio della formazione olandese, ed Haller. Nelle 4 partite finora giocate in EL la squadra di ten Hag ne ha vinte ben 4 su 4, mettendo a segno 9 reti e subendone soltanto 2, ed infatti è la miglior difesa del campionato.

Il tecnico della squadra olandese potrebbe schierare o un 4-3-3 oppure un 4-2-3-1, e questo anche a seconda delle indisponibilità di alcuni giocatori. Certamente non saranno della partita Onana e Blind, il primo fuori per doping, il secondo per infortunio. Da valutare invece la condizione del portiere ex Roma Stekelemburg. A guidare l’attacco, in ogni caso, ci saranno Antony, Neres e Tadic.

Clicca per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Advertisement

Da leggere

Altri in Europa League

rfwbs-slide