Seguici su
1606814839090918

Campionati esteri

La Procura indaga sulla rissa Nizza-Marsiglia

Doppia indagine: da una parte la Procura, dall’altra la Lega. Intanto il prefetto chiude il settore “caldo” per 4 turni

La Procura di Nizza ha avviato un’inchiesta per accertare le responsabilità della vergognosa maxi rissa che si è scatenata durante la gara tra Nizza e Marsiglia. Anche la Lega dovrà individuare e sanzionare i responsabili. Le scene da far west non sono giustificabili: lancio di bottigliette dalla curva, reazione dei giocatori del Marsiglia, invasione di campo, rissa generale.

Per il presidente del Nizza la colpa è stata la reazione dei giocatori e per il presidente del Marsiglia non c’erano le condizioni per giocare. Ora che cosa può succedere?  Il quotidiano Nice Matin evoca la sconfitta a tavolino per il Marsiglia che non ha ripreso il gioco. Per quello di Marsiglia, La Provence, tocca al Nizza perdere per il caos generato dai suoi ultrà. Quel che è certo, scrive la GdS è che il Montpellier è stato sanzionato per molto meno e in via preventiva, in attesa di un’indagine più approfondita, con la chiusura di due settori dello stadio dopo che un tifoso, poi arrestato, aveva colpito in bocca con il lancio di una bottiglietta un giocatore del Marsiglia. Il tutto alla prima giornata. Un episodio che aveva già fatto emergere il problema della gestione degli spettatori, di ritorno negli impianti dopo oltre un anno e mezzo di gare a porte chiuse, a causa della pandemia. Ora in attesa delle decisioni della Procura, il prefetto ha disposto la chiusura del settore più caldo dei tifosi nizzardi per 4 turni.

Clicca per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Advertisement

Da leggere

Altri in Campionati esteri

rfwbs-slide