Seguici su
1606814839090918

Lega Pro

La Lega pro si ferma, l’Assemblea  ha deciso di sospendere il campionato

Con ampia maggioranza, l’assemblea ha deciso le promozioni e il blocco delle retrocessioni

Era molto attesa l’assemblea di Lega pro per definire la sorte del campionato di serie C. Già il Ministro Spadafora aveva  anticipato  che le valutazioni per riprendere il campionato in serie A non avrebbero avuto lo stesso valore per le altre serie, e,  l’Assemblea  dei club della Lega Pro, chiamata a votare sulle possibili soluzioni da sottoporre al Consiglio Federale, ha deciso con ampia maggioranza la sospensione del campionato. Continuare il campionato avrebbe comportato un incremento delle spese complessive a carico dei club del 3/5 per cento soltanto pensando agli allenamenti, cui si sarebbero sommate le spese legate alle partite e l’eventualità di gestire qualche positività al Covid. Un tema su cui tutti i club hanno trovato l’accordo di sospensione, ma anche le decisioni sul ‘come’ concludere il campionato ha trovato d’accordo tutte le componenti; quindi dopo la votazione – come chiarisce ‘calciomercato.com – si è deciso la promozione diretta delle tre squadre prime nei rispettivi gironi, ovvero Monza, Vicenza e Reggina. L’altra importante decisione è stata quella di bloccare le retrocessioni, congelando anche i ripescaggi dalla Serie D. Per quanto concerne la quarta promossa in B invece è stato molto più complicato raggiungere un’intesa, anche a causa dei tanti club coinvolti in tale valutazione; alla fine l’Assemblea ha votato per il criterio legato al merito sportivo, con esclusione della possibilità di giocare i play-off o di scegliere la quarta promossa con il sorteggio. Molto soddisfatto è apparso  il Presidente della Lega Pro Francesco Ghirelli che al termine dell’assemblea ha dichiarato: “ C’è stata un’ampissima maggioranza sulle proposte di sospendere il campionato, promuovere le tre capoliste, bloccare le retrocessioni e i ripescaggi dalla Serie D. Sui playoff la votazione è stata più combattuta ma ha prevalso un notevole senso di ascolto. Io stesso, in chiusura, ho fatto notare come serva riflettere sull’alto numero degli astenuti e di chi abbia votato per giocare i playoff. Ha vinto l’ipotesi di promuovere la quarta tramite il merito sportivo. Che premierebbe Carpi e non Bari? Il metodo sempre utilizzato dalla Lega Pro da sempre: un indice in base alle partite giocate, una media punti insomma. Non abbiamo riflettuto sul nome dei club ma su un dato oggettivo: possono dire tutto meno che il sottoscritto non abbia l’onestà intellettuale di essere il presidente di tutta la Lega Pro. Credo che potremo andare ora al Consiglio Federale con grande tranquillità, la disponibilità a capire il da farsi e le proposte altrui. Cercando di trovare una soluzione condivisa”.

Giornalista.

Clicca per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Advertisement

Da leggere

Altri in Lega Pro

rfwbs-slide