Seguici su
1606814839090918

In primo piano

La Lazio orgogliosamente fascista continua a insultare Hysaj

Il tifoso fascista: “”Storicamente la nostra è una tifoseria di estrema destra, e questo lo dichiaro anche con orgoglio”. Dov’è la tifoseria non fascista?

 

Aveva cantato “Bella Ciao” com’è uso quando si arriva in un gruppo. Bella Ciao ha invece offeso la sensibilità dei tifosi fascisti della Lazio che hanno iniziato ad insultarlo in ogni modo.  Elseid Hysaj al centro di una bufera che non si placa e si autoalimenta: sul fuoco soffia  il vento dell’intolleranza che si propaga, fino a far comparire un enorme striscione per chiamarlo “verme”.  Se l’è voluta  – ha detto in pratica Franchino, uno degli esponenti di spicco degli ultrà laziali, intervistato dall’Adnkronos: “Storicamente la nostra è una tifoseria di estrema destra, e questo lo dichiaro anche con orgoglio. Quel ‘Bella Ciao’ cantato con la maglia della Lazio è una cosa fuori dal mondo, Hysaj ha sbagliato, non ci sono scusanti”.

La Società non ha potuto non reagire ed è intervenuta con una diplomatica nota: “”È compito della Società tutelare un proprio tesserato e sottrarlo a strumentalizzazioni personali e politiche che certamente in questo caso nulla hanno a che vedere con il contesto informale ed amichevole in cui si è svolto l’episodio. Il ritiro della squadra deve proseguire nel massimo impegno sportivo e nel clima di serenità che si è respirato fino ad oggi”.

Non risultano tuttavia parole di condanna alle frasi insultanti dei “fascisti” da parte della tifoseria non-fascista. Se c’è.

LEGGI ANCHE:

Hysaj intona “bella ciao” e i tifosi lo insultano – Contropiede Azzurro

Giornalista.

Clicca per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Advertisement

Da leggere

Altri in In primo piano

rfwbs-slide