Seguici su
1606814839090918

In primo piano

La dittatura del calcio sugli Stati, la Norvegia come il Napoli

Lega, Figc, Coni, Uefa, Fifa con le loro leggi di supremazia sugli Stati Nazionali

Si è concluso da due giorni appena l’ultima parentesi delle nazionali e il caso Juve – Napoli si è replicato in versione internazionale. A seguire, nella serata di ieri, c’è il risultato di una partita di serie B, mai giocata tra Reggiana e Salernitana decisa dalla sentenza della Federazione con un altro 3-0 a tavolino che non ha ritenuto il focolaio una “forza maggiore” sufficiente.

Dagospia titola provocatoriamente: Il calcio è al delirio di onnipotenza, si sente superiore agli Stati. Ma sembra proprio che la strada intrapresa sia questa, e la certezza è venuta dopo la sentenza di un 3-0 a tavolino per una partita non giocata dalla Norvegia, causa Covid. La Federazione ha tentato di opporsi alla “ragion di Stato” che aveva espressamente vietato alla squadra di partecipare alla trasferta. La Norvegia ha dovuto sottostare al volere dello Stato e a quello dell’UEFA, così per giocare la successiva partita ha convocato 18 giocatori fuori confine per ottenere un pareggio che mitigasse le conseguenze: un lavoro di 4 anni minato dalla commistione  di regolamenti, norme nazionali,  protocollo Uefa e laboratori di analisi. E ancora non è finita perché si attendono decisioni sull’esito della partita tra Svizzera e Ucraina, anch’essa annullata a causa del  focolaio nella selezione guidata da Shevchenko.

Situazioni paradossali che la stampa in generale non ha ritenuto rimarcare più di tanto come ha fatto invece soltanto  la stampa tedesca, unica a chiedersi se non sia venuto il momento di affrontare la questione in modo politico. E tuttavia resta da chiedersi perché tutti i club in Italia, perché tutti gli Stati in Europa (almeno) non abbiano sentito il bisogno di chiedere reale tutela di giustizia sportiva e della salute. Quando maggiore è la crisi economica tanto più  sarebbe  necessario tutelare il mondo del calcio: ma il presidente dell’UEFA Aleksander Ceferin ha dato uno sguardo al 1,350mila morti per covid nel mondo?

Intanto come una matrioska, Lega, Figc, Coni, Uefa, Fifa legati da un filo invisibile temono che qualcosa o qualcuno lo spezzi, soprattutto quando ci sono in ballo le elezioni.

Giornalista.

Clicca per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Advertisement

Da leggere

Altri in In primo piano

rfwbs-slide