Seguici su
1606814839090918

Calciomercato

Kepa? L’accordo c’è: prestito per un anno

Il portiere più pagato al mondo cercherà il rilancio ripartendo da Napoli

Il capitolo portieri sembra aver trovato l’ultimo capitolo dopo settimane che girava attorno a diversi profili, da Navas, Trapp, Neto, Sirigu: Kepa restava il referito di Spalletti e Giuntoli ha lavorato sodo in quella direzione.

Secondo Sky, il Chelsea arriverebbe a pagare il 70% dello stipendio del portiere spagnolo, preferito da Spalletti,  ma ora si sta discutendo di 3 milioni di bonus per il prestito vincolato al raggiungimento di determinati obiettivi.  Qualche nodo ancora da sciogliere dunque ma se la trattativa  arrivasse in porto,  Meret resterebbe? Finora, pur potendo, ha rifiutato di firmare in attesa di conoscere il secondo portiere: solo in caso  di Neto o Sirigu avrebbe firmato. Ma al momento il Napoli è concentrato a chiudere una laboriosa trattativa per portare a Napoli il portiere superpagato ma anche messo in panchina da Tuchel.

Kepa Arrizabalaga, il portiere più pagato al mondo poteva diventare il top dei top ma infortuni e “incomprensioni”, errori imperdonabili e la scelta di Touchel (come Spalletti per Ospina) l’hanno relegato a riserva di Mendy. Nel febbraio 2019 fu protagonista di un episodio che tutti ricorderanno rifiutando di essere sostitutito come Sarri aveva deciso e a distanza di tempo, ha parlato della questione ai microfoni di The Players Tribune:  “Era tutto un grande equivoco. Dopo aver fatto un salvataggio, ho sentito qualcosa nella gamba e ho chiesto assistenza medica per assicurarmi che non fosse nulla, ma soprattutto perché la squadra potesse prendere aria. Ma improvvisamente ho visto che Sarri aveva mandato Willy Caballero a scaldarsi. Ho cercato di dargli un segno che stavo bene, che riuscivo a continuare. Ma eravamo a Wembley di fronte a 80.000 persone, quindi logicamente non mi ha capito. Quando il quarto uomo ha alzato il cartello sarei dovuto uscire e mi pento di non averlo fatto. Fuori dal club, le cose sono sfuggite di mano. Quando ho guardato il mio cellulare nello spogliatoio dopo la finale, mi sono reso conto che ero diventato una notizia mondiale. È stato travolgente. E chiaramente, la maggior parte delle persone che hanno visto le immagini hanno pensato che avessi mancato di rispetto a Maurizio. Mi sono sentito incompreso“.

Ma il dopo Sarri non è stato per Kepa tanto diverso,con prestazioni altalenanti che finirono per relegarlo in panchina fino alla “vendetta” personale l’11 agosto 2021, durante la finale di Uefa Supercup quando  subentra durante il secondo tempo supplementare proprio a Mendy e para il rigore decisivo durante i tiri di rigore, aggiudicandosi così il trofeo.

Napoli sarebbe per Kepa un nuovo tampolino di lancio e ad horas dovrebbe essere annunciato ufficialmente la chiusura della trattativa con l’ingaggio pagato al 70% dal Chelsea. Come rivela Il Mattino  dietro l’operazione, il solito Ramadani: “al Napoli ingaggio di 2,7 milioni di euro, mentre altri 5 milioni (forse anche di più) verranno pagati dai Blues. Un affarone. Formula semplice: prestito per un anno. Al Chelsea conviene: non rinforza diretta avversarie in Premier e neppure potenziali rivali nella corsa alla Champions. Kepa ha vinto la volata su Neto, che pure il Barcellona era pronto a dare in confezione regalo”.

 

Foto Instagram KEPA ARRIZABALAGA

Giornalista.

Clicca per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Advertisement

Da leggere

Altri in Calciomercato

rfwbs-slide