Seguici su
1606814839090918

In primo piano

Kalidou Koulibaly in attacco: vincere a Barcellona, perché dopo può succedere di tutto

A Radio Kiss Kiss Kalidou Koulibaly dice:”“Sarebbe bello restare a vita ma non voglio illudere nessuno.”

Koulibaly gol Juventus

Kalidou Koulibaly è intervenuto a radio Kiss Kiss per ribadire ciò che qualche settimana fa aveva già detto: “Sarebbe bello restare a vita ma non voglio illudere nessuno. Sono nel progetto, a fine stagione parleró con la dirigenza. Ora testa al campo al 100%”.

Bastano queste parole per capire che  se non arriveranno offerte mostruose, il nuovo Napoli che sta plasmando Gattuso e che sarà al completo a conclusione del calciomercato, potrà contare su Koulibaly, indiscusso regista top player del Napoli (e anche del mondo) della linea difensiva. Nel’intervista Koulibaly è tornato sull’episodio del fallo di rigore fischiato dal signor Giua: “– “Non ho commesso alcun fallo da rigore su Kulusevski. Ho chiesto all’arbitro di guardare il Var per confermarla. E’ stato bravo  lui a giocarsela bene”. 

Il Parma va dunque in archivio con tutti i veleni possibili, ma ora testa al Sassuolo e su questa partita il senegalese pone molta attenzione:  “La gara di domani con il Sassuolo è importante nel percorso verso Barcellona, perché è una squadra di palleggio, dobbiamo essere bravi a farci trovare pronti dietro e a farci trovare cattivi in attacco. Questa è la partita giusta per preparare il match col Barcellona”.

Kalidou ritiene quindi la gara con il Sassuolo un test molto probante  in vista del Barcellona e che possa essere il test per collegare quel Napoli attento in difesa, quasi catenacciaro della via alla Coppa Italia, al Napoli sprecone delle ultime gare che palleggia senza adeguatamente coprire, sì che alla prima puntata gli avversari arrivano a rete.

E nell’intervista non ha mancato  di parlare di Osimhen: “L’ho sentito, mi ha chiesto del razzismo in Italia e a Napoli. Gli ho detto che a Napoli può star tranquillo, deve pensare positivo, che qui a Napoli i tifosi vivono di calcio. Gli ho detto che qualche episodio di razzismo c’è stato, così come in altri campionati. Se lo metta in testa. Porte aperte per lui e la sua famiglia, vedrá che i tifosi azzurri sono fantastici, belli, caldi. Non deve pensare ad altro se vuole venire a Napoli”.

Felice quindi di restare a Napoli dove spera di vincere: “Sono qui da anni, avevo vinto solo la Supercoppa Italiana. Ora sono felice di aver vinto anche la Coppa Italia. Ora dobbiamo guardare avanti, alla partita con il Barcellona, e dovremo fare di tutto per andare avanti. Abbiamo le nostre chance e non dobbiamo sbagliare nulla. Non dobbiamo avere timore e vincere a Barcellona, perché dopo può succedere di tutto. In gara secca possiamo battere chiunque, per cui dobbiamo arrivare alla Final Eight battendo il Barcellona”.

LEGGI ANCHE:

Foggia, Ds del Benevento: “Younes, Llorente e Ounas farebbero comodo”

“Top 11” azzurra: Diego Armando Maradona

Allan è in uscita ma non è in svendita

Clicca per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Advertisement

Da leggere

Altri in In primo piano

rfwbs-slide