Seguici su
1606814839090918

In primo piano

Juventus: in 15 partono per le rispettive Nazionali

La Juve in allarme: il nodo riguarda il ritorno dei sudamericani, che dovrebbero rientrare in Italia non prima di venerdì sera, quando la Juventus sarà già a Napoli.

Torna la pausa in campionato per lasciar spazio alle Nazionali dopo due giornate e all’orizzonte c’è Napoli-Juventus.  In casa dei  bianconeri si contano le partenze e  un comunicato pubblicato sul sito Jventusnews24.com , ha fatto il punto sugli impegni dei 15 bianconeri che si aggregheranno alla propria Selezione.

«La Serie A si ferma per la prima sosta delle Nazionali e sono diversi i giocatori della Juventus convocati dalle rispettive Selezioni. Qui sotto tutti gli appuntamenti che li vedranno coinvolti nei prossimi giorni. Sono 15 i bianconeri che vestiranno i colori della propria Nazionale.

La prima a scendere in campo sarà l’Olanda di de Ligt impegnata mercoledì 1 settembre contro la Norvegia nel quarto match della fase a gironi valevole per la qualificazione ai prossimi Mondiali. Montenegro e Turchia, poi, gli altri due impegni per la Nazionale Oranje.

Giovedì 2 settembre, invece, scenderanno in campo tutte le altre Selezioni dei bianconeri convocati. Il primo appuntamento per l’Italia Campione d’Europa di Bernardeschi, Bonucci, Chiellini, Chiesa e Locatelli affronterà la Bulgaria. Gli Azzurri sono attualmente primi nel girone a punteggio pieno dopo tre partite disputate. Szczesny, con la sua Polonia, è atteso dalla sfida contro l’Albania. Derby bianconero, invece, per Kulusevski e Morata in Svezia-Spagna. Per l’Italia, poi, Svizzera in trasferta e Lituania per chiudere la prima sosta della stagione 2021/22. San Marino e Inghilterra le altre due avversarie per Szczesny e la Nazionale polacca. Georgia e Kosovo, dopo la Svezia, per la Spagna e Alvaro Morata. Per Kulusevski, amichevole in programma contro l’Uzbekistan prima di chiudere contro la Grecia».

Secondo quanto riportato da Tuttosport, Paulo Dybala è partito ieri per l’Argentina: la Juve non ha aspettato la sentenza del Tas per lasciare liberi i sudamericani, che hanno potuto rispondere alle chiamate delle rispettive Nazionali. Le convocazioni degli extraeuropei si confermano un caos ai tempi di Covid, soprattutto se al rientro devono sottostare alla quarantena di dieci giorni (su questo, il presidente FIFA Infantino si è pronunciato: nessun obbligo di quarantena e una serie di tamponi ravvicinati).

La Juve perde 15 giocatori in questa sosta: Chiellini, Bonucci, Chiesa, Locatelli e Bernardeschi (più eventualmente Kean), i 5 sudamericani Cuadrado, Alex Sandro, Danilo, Bentancur e Dybala, ma anche McKennie, Morata, De Ligt, Szczesny e Kulusevski. Il nodo riguarda il rientro dei sudamericani, che dovrebbero rientrare in Italia non prima di venerdì sera, quando la Juventus sarà già a Napoli. La sfida del Maradona potrebbe essere anticipata a sabato: un problema in più per Allegri.

 

Clicca per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Advertisement

Da leggere

Altri in In primo piano

rfwbs-slide