Seguici su
1606814839090918

In primo piano

ITALIA-ARGENTINA – Anche quattro anni fa l’Italia era reduce dall’eliminazione ai Mondiali

Lionel Messi: “È pazzesco che abbiano vinto l’Europeo e non siano ai Mondiali.”

Dopo 4 anni si sfideranno ancora Italia e Argentina: come ricorda Sky,  l’ultimo incrocio tra le due Nazionali risale al 2018, poche settimane dopo la morte di Astori. Gli Azzurri, reduci dall’eliminazione ai playoff mondiali contro la Svezia, erano guidati da Gigi Di Biagio, ct ad interim dopo l’esonero di Ventura.

La gara si giocò sempre in Inghilterra, all’Etihad Stadium di Manchester, il 23 marzo 2018, poche settimane dopo la tragica morte di Davide Astori, scomparso improvvisamente all’inizio di quel mese. Toccante il ricordo del capitano della Fiorentina prima del fischio d’inizio del match. Gli Azzurri scesero in campo prima della partita con la maglia numero 13 dello sfortunato difensore.

Per l’Argentina fu un match di preparazione ai Mondiali di Russia 2018. Al contrario l’Italia – come purtroppo anche in questa occasione – era reduce dalla clamorosa eliminazione dai playoff mondiali contro la Svezia. Dopo l’allontanamento di Gian Piero Ventura, la panchina azzurra venne affidata ad interim a Gigi Di Biagio. L’amichevole terminò 2-0 per l’Albiceleste, in rete nella ripresa con l’ex Inter Banega e Lanzini.

Dopo quattro anni una finalissima da vincere che per l’Italia significherebbe poter ricominciare magari dalla Nations League ma soprattutto ricominciare a costruire una squadra vincente. Nell’ultima partita mancavano (e tuttora) titolarissimi determinanti per arrivare in Qatar ma per guardare avanti è inutile voltarsi indietro.

Lionel Messi ha parlato a TyC Sports prima della sfida agli Azzurri:  “È una competizione ufficiale, avallata dalla FIFA, una coppa in più per noi e noi vogliamo vincerla e che questo gruppo aggiunga un’altra coppa per la felicità personale, del gruppo e anche per il popolo argentino”. Ma sull’esclusione dell’Italia ha dichiarato: “È pazzesco che abbiano vinto l’Europeo e non siano ai Mondiali. Che l’Italia non sia in un altro Mondiale, con tutto ciò che significa e per quello che rappresenta l’Italia nella storia dei Mondiali. È un peccato. Ho compagni e amici al Psg, due grandi persone con cui ho avuto un ottimo rapporto, che mi hanno aiutato molto da quando sono al Psg,  soprattutto Verratti, e mi dispiace molto di più”.

Clicca per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Advertisement

Da leggere

Altri in In primo piano

rfwbs-slide