Seguici su
1606814839090918

In primo piano

Ipotesi del Mondiale ogni due anni:  è guerra Fifa-Uefa

 Il presidente dell’UEFA Aleksander Ceferin ha espresso grande preoccupazione per l’idea del presidente della FIFA Gianni  Infantino.

La Fifa non provoca soltanto ma progetta il Mondiale ogni due anni e il presidente Gianni Infantino, accusato dal New York Times di essere stato il promotore della Superlega, a proposito del Mondiale ha dichiarato: “Il Mondiale ogni due anni è una soluzione possibile. Ora approfondiremo la fattibilità partendo da giocatori e allenatori, cercando di armonizzare i calendari. Non dimentichiamo che 166 associazioni, l’88% di coloro che hanno votato, erano favorevoli con una maggioranza di tutti i continenti ad approfondire questa fattibilità. È quello che stiamo facendo: studiare il calendario, consultare tutti, partendo ovviamente dai protagonisti, dagli attori principali del calcio come giocatori e allenatori. Ci sono troppe partite senza senso, dobbiamo valutare cosa si può fare per avere un sistema semplice e chiaro, comprensibile a tutti”.

Non sembra affatto convinto del progetto  il presidente dell’UEFA Aleksander Ceferin che ha espresso grande preoccupazione per l’idea del presidente della FIFA Gianni  Infantino.  In risposta a una lettera del direttore esecutivo di Football Supporters Europe Ronan Evain, visionata dall’Associated Press, Ceferin ha esternato tutti i suoi dubbi sul tema: “La UEFA e le sue Federazioni nazionali hanno serie riserve e gravi preoccupazioni riguardo ai rapporti sui piani della FIFA. Considerando il grande impatto che questa riforma può avere sull’intera organizzazione del calcio c’è un diffuso stupore che la FIFA sembri lanciare una campagna di pubbliche relazioni per spingere la sua proposta mentre tali proposte non sono state presentate a confederazioni, federazioni nazionali, leghe, club, giocatori, allenatori, club e tutta la comunità calcistica. E’ imperativo evidenziare le preoccupazioni condivise in tutto il mondo del calcio riguardo all’impatto che una Coppa del Mondo FIFA biennale avrebbe sul calendario delle partite internazionali e, soprattutto in questo contesto, sul calcio femminile”.

Molto perplesso circa il progetto portato avanti da Gianni Infantino, anche  l’ad della lega di Serie A Luigi De Siervo che ha detto: “”La storia e la tradizione del Mondiale ogni 4 anni, come le Olimpiadi, non può essere cancellata senza valutare gli impatti negativi di un simile cambiamento. Dopo la battaglia contro la Super Lega, tutte le Leghe mondiali membri del World Leagues Forum si sono espresse compatte contro questo nuovo attacco all’integrità sportiva dei nostri campionati. Questa proposta cerca solo di garantire alla Fifa nuove date da sfruttare commercialmente – dice ancora De Siervo – in danno dell’interesse dei tifosi, dei campionati nazionali, dei club che sono gli unici a pagare le prestazioni sportive dei calciatori. Rigettiamo, quindi, l’idea che si debbano cambiare i format, o che debbano essere introdotte nuove competizioni: inflazionerebbero di date un calendario già troppo compresso”.

Se si vuole odiare la propria Nazionale, questa è la via giusta: già in quest’autunno le finestre aggiunte dalla Fifa per recuperare una parte delle qualificazioni mondiali saltate nel mese di marzo scorso hanno aggiunto difficoltà già evidenti in un campionato appena iniziato con un ingorgo tra soste, campionato e Coppe Europee che possono solo depotenziare i club.

Clicca per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Advertisement

Da leggere

Altri in In primo piano

rfwbs-slide