Seguici su
1606814839090918

In primo piano

Inter, il peggior rosso di bilancio della storia nel campionato di Serie A

Calcio e Finanza ha accertato il rosso record dell’Inter di 245 milioni di euro.

Neanche il tempo di vedere la Juventus battere il record di perdite nella storia del calcio italiano, che il dato è stato subito superato. L’Inter ha infatti approvato nella giornata odierna il bilancio 2020/21, chiuso con un maxi-rosso di 245 milioni di euro.

I nerazzurri hanno fatto registrare perdite più che raddoppiate rispetto all’esercizio 2019/20, che si era chiuso con un risultato netto negativo per 102,4 milioni di euro. In calo anche i ricavi, a quota 364,7 milioni di euro – dato influenzato inevitabilmente dall’emergenza Covid –, contro i 373,3 milioni della stagione precedente.

Dati che continuano a mettere a nudo le difficoltà di un sistema che la pandemia ha contribuito ad affossare, eliminando completamente i ricavi da stadio e riducendo drasticamente i proventi da gestione dei diritti dei calciatori (che per l’Inter cresceranno nel 2021/22 a seguito delle cessioni di Lukaku e Hakimi).

In attesa dei dati ufficiali delle altre società calcistiche, la certezza è che quello del club nerazzurro è il peggior rosso di bilancio della storia nel campionato di Serie A. Tra Inter, Juventus e Milan si contano perdite per oltre mezzo miliardo di euro nel 2020/21, oltre 900 milioni nelle ultime due stagioni.

Sul podio della classifica dei peggiori rossi di bilancio della storia si trovano ora solo bianconeri e nerazzurri, mentre la Roma, che ha fatto registrare un rosso di 204 milioni di euro nel 2019/20 (la prima stagione influenzata dall’emergenza sanitaria) scende al quarto posto. Segno che il Covid ha messo – e continuerà a mettere, almeno per la prossima stagione – in difficoltà le società del massimo campionato italiano.

Al quinto posto un altro bilancio del periodo Covid, quello del Milan 2019/20. I rossoneri hanno chiuso la passata stagione con un rosso di 194,6 milioni di euro, sul quale hanno pesato la mancata partecipazione alle competizioni europee e le spese incontrollate della gestione post Berlusconi.

Andando in ordine, compare per altre tre volte l’Inter di Moratti, tra gli anni 2005 e 2009. In quelle stagioni – influenzate dallo scandalo di Calciopoli – i nerazzurri dominarono la Serie A e vinsero cinque Scudetti consecutivi (quello del 2005/06 revocato alla Juventus e i successivi quattro).

Le milanesi sono le società più presenti in classifica (sei volte i nerazzurri e due i rossoneri), e così in graduatoria ritroviamo il Milan 2018/19, risultati frutto dei mancati obiettivi raggiunti a dispetto di campagne acquisti faraoniche (soprattutto nell’estate del 2017).

In mezzo chiude, ancora una volta, l’Inter. In questo caso si tratta della società guidata Erick Thohir, che ha chiuso la stagione con un rosso di oltre 140 milioni di euro, andato tuttavia migliorando poi con la gestione Suning. FONTE CALCIO e FINANZA

Clicca per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Advertisement

Da leggere

Altri in In primo piano

rfwbs-slide