Seguici su
1606814839090918

In primo piano

Inqualificabili – “Mi batte il corazon, è morto Maradona”

Angelo Forgione: “Gli ultras spezzini, l’avevano già intonato a Napoli, insieme al solito repertorio di coro razzisti”

Un post di Angelo Forgione riassume in breve una tragedia che si ripete ormai in ogni stadio anche quando non gioca il Napoli. Tragedia – si diceva – perché lasciar crescere l’odio è come innescare una bomba che prima o poi scoppierà. In questo campionato appena concluso, pochissime sono state le settimane in cui non si sono sentiti cori o letti striscioni insultanti. Troppo poche ma dalla Lega nessuna risposta, o meglio 10mila euro di multa. Dalla FIGC parole dure (di ieri) e nulla più. Ieri i tifosi di una squadra salva per aver vinto a Napoli, hanno dato il meglio di sé: a Napoli nessuno li  aveva infastiditi, eppure dal settore ospiti dov’erano stati sistemati, si erano sentiti i cori di inciviltà.

Questo il post di Angelo Forgione

52 min  ·

A LA SPEZIA ANCORA ODIO PER NAPOLI

“Mi batte il corazon, è morto Maradona”, gli ultras spezzini, l’avevano già intonato a Napoli, insieme al solito repertorio di coro razzisti e appelli alla furia distruttiva del Vesuvio. Si sono ripetuti oggi, non prima di aver fatto un agguato agli ultras napoletani all’esterno dello stadio, prima della partita. E da qui è nata la reazione dei tifosi partenopei all’interno.

Gravina se ne esce con l’indignazione di circostanza e preannuncia risposta forte. E vien da ridere a pensare come da anni siano tollerati l’odio e la ferocia verbale contro Napoli e i suoi simboli in tutti gli stadi italiani — a Firenze ne fa le spese persino San Gennaro (sieropositivo) — , da Nord a Sud.

La morte assurda di Ciro Esposito, vittima nove anni fa di un odio insensato verso i napoletani, pare proprio non essere servita a sensibilizzare sul fenomeno e a scongiurare il pericolo di nuove tragedie. Poi magari piangeremo nuovamente e ricominceremo a sentire i soliti proclami dei vertici politici e sportivi.

 

Clicca per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Advertisement

Da leggere

Altri in In primo piano

rfwbs-slide