Seguici su
1606814839090918

In primo piano

Impresa del Verona a Venezia; il Sassuolo impone un pareggio in rimonta allo Spezia

Il Venezia gioca sotanto nel primo tempo con un vantaggio di 3 gol e il Verona si aggiudica i tre punti segnando 4 gol nel secondo tempo. A La Spezia nuova impresa del Sassuolo

VENEZIA -VERONA  3 – 4     ( 12° Ceccaroni (Ven), 19° Crnigoj (Ven), 27°, 52° aut. Henry (Ven), 65° rig. Caprari (Ver), 67°, 85° Simeone (Ver) )  – I lagunari partono molto bene, passano in vantaggio al 12° con Ceccaroni che sottoporta non sbaglia. Raddoppio Venezia dopo sette minuti: Johnsen appoggia Crnigoj che da due passi segna superando Montipò. Dilaga il Venezia, al 27° arriva il terzo gol, a firmarlo è Henry, vince il rimpallo con il portiere e deposita in rete. Nella ripresa è il Verona a fare la partita, al 52° va in gol grazie all’autogol di Henry che da un corner spizza di testa e segna nella propria porta. Al 62° rigore per il Verona, per il fallo commesso in area, viene espulso Ceccaroni per fallo di mano; dal dischetto per il Verona va Caprari che accorcia le distanze. Simeone, al 67° approfitta dell’errore di Svoboda e va in rete. Ancora Simeone a colpire duramente il Venezia con un eurogol all’85°: avanza in area e dai 20 metri esplode il destro all’incrocio, scaligeri in vantaggio. Vittoria mostruosa del Verona, che riesce nell’impresa di ribaltare il risultato.

SPEZIA  SASSUOLO  2 -2  ( 35° Manaj (Sp), 47° Gyasi (Sp), 66°, 78° Raspadori (Sa) ) Gli obiettivi delle due squadre sono diversi, il Sassuolo cerca un posto al sole in Europa, lo Spezia cerca punti salvezza. Padroni di casa in gol al 35° con un vincente piattone destro di Manaj, su cross di Reca. La ripresa si apre con il raddoppio spezzino, al 47° Gyasi anticipa il difensore del Sassuolo e insacca. Gli ospiti provano con insistenza il gol: al 66° ci riescono con Raspadori con l’attaccante  che di sinistro la mette sotto la traversa. Spinge il Sassuolo, la differenza di esperienza si fa notare: al 78° Raspadori trova il gol del pareggio. Finisce in parità la gara, punto che premia più il Sassuolo che era sotto di due gol; allo Spezia non riesce l’impresa di battere gli emiliani, ora a più due dal Genoa terz’ultimo.

 

 

Collaboratore - Laurea in Teologia

Clicca per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Advertisement

Da leggere

Altri in In primo piano

rfwbs-slide