Seguici su
1606814839090918

Commento alla partita

Imbarazzante Napoli: la Lazio vince meritatamente contro una squadra non pervenuta

Penosa la prestazione degli uomini di Gattuso all’Olimpico; il Napoli non è mai stato capace di impensierire i biancocelesti

LAZIO-NAPOLI 2-0 (9′ Immobile, 56′ Luis Alberto)

Non c’è molto da aggiungere alla partita di stasera: la prestazione degli azzurri all’Olimpico è forse la peggiore della gestione Gattuso, sia per l’atteggiamento in campo dei giocatori sia  per il disordine tattico dimostrato in campo. Ad oggi qual è l’identità tattica del Napoli, se ne ha una? L’assenza di Insigne – il vero insostituibile-ha sicuramente pesato stasera, ma non può costitutuire un alibi: quella di stasera  una sconfitta totalmente diversa da quella di San Siro, e a complicare le cose si sono aggiunti anche gli infortuni di Koulibaly e Lozano. Così decisamente non va.

E’ stata una partita a senso unico, nonostante le impreviste difficoltà di Inzaghi. Già privo di LeivaParolo e Fares, ha dovuto rinunciare in extremis anche ad Acerbi e Correa: fiducia a Hoedt dietro e Caicedo davanti e soprattutto un approccio alla sfida di grande personalità.  Il Napoli si è fatto sorprendere, molle nell’atteggiamento, impreciso nelle uscite e incapace di opporsi alla veemenza biancoceleste, e Immobile già nei primi minuti ha l’occasione di segnare con una splendida girata; l’attaccante biancoceleste trova il gol al 9′ con un gran colpo di testa sul palo lontano su invitante cross di Marusic. Con Gattuso seduto in panchina per il problema all’occhio e il suo vice Riccio a bordo campo, il Napoli ha fatto da spettatore per quasi venti minuti e ha rischiato anche di subire il raddoppio, ancora di testa, da Luiz Felipe. Le uniche vera occasione per il Napoli è sui piedi di Fabian Ruiz– trovato da Petagna al limite dell’area- che piazza il tiro dal limite col mancino, ma l’ex Reina vola; anche Zielinski ci prova un minuto più tardi,anche lui trova l’opposizione del portiere spagnolo. Koulibaly, già ammonito, ha rischiato di prendere il secondo giallo (5 quelli dati da Orsato nei primi 45 minuti)

Nella ripresa subito i primi cambi: Koulibaly esce al 55′ (dentro Manolas, oltre a Elmas per Politano), ma è ancora la Lazio a prendersi i riflettori del match. Su una palla persa in uscita da un colpevole Mario Rui Luis Alberto piazza il gol del raddoppio: è 2-0 Lazio al 56′, e la partita è già finita. Gattuso comunque cambia ancora: dentro Lobotka e Ghoulam (per Bakayoko e Rui);l ‘ultimo cambio del Napoli è obbligato, perchè anche Lozano va ko ( problema alla caviglia per il messicano), ed entra Malcuit per lui. Petagna ci prova col mancino (Reina para) e Inzaghi sceglie Cataldi e Pereira, più Akpa-Akpro e Patric per il finale, dove il Napoli ha però ormai perso le speranze di riaprire la partita.

Clicca per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Advertisement

Da leggere

Altri in Commento alla partita

rfwbs-slide