Seguici su
1606814839090918

Calciomercato

Il “traditore” Chiesa realizza il sogno di papà Enrico

Federico Chiesa saluta Firenze tra insulti e striscioni polemici; arriva nel club che fu il sogno del padre

Dopo due anni, Federico Chiesa, vestendo la maglia bianconera, ha finalmente realizzato il suo sogno ed ha raggiunto il top club. E’ andato via da Firenze come un “traditore” con uno striscione dal duro contenuto:Tradire chi ti ha cresciuto e protetto la più grande mancanza di rispetto. Firenze non è più casa tua… Infame”

Come Higuain, Federico Chiesa giunge a Torino in una Juventus altamente sperimentale che non gli permetterà altre pause di rendimento com’è stato nella Fiorentina. Un gioiello in divenire che raggiunge un altro “traditore viola” qual è considerato Berdardeschi.  Federico Chiesa, nato a Genova, ha iniziato a calciare con una squadretta di Coverciano e a 10 anni è passato nelle giovanili della Fiorentina, fino all’esordio in prima squadra il 20 agosto 2016, a 19 anni, contro la Juventus che vinse per 2-1.

Ora Federico realizza il sogno che fu ancor prima di suo padre Enrico che in un’intervista dichiarò:  “La mia carriera è stata brillante e ricca di soddisfazioni. Certamente ho faticato, ma mi sono tolto un sacco di voglie professionali. Come uomo mi sento appagato e sereno. Ho una bella famiglia e due gioielli di figli. Ho un solo rincrescimento e quando ci penso non posso fare a meno di immalinconirmi un poco. Quello di aver girato in lungo e in largo l’Italia del pallone, ma di non essere mai riuscito a vestire la maglia bianconera della Juventus che ha sempre rappresentato il mio punto di riferimento. Quasi tutti nella vita possono dire di avere un’incompiuta nel cassetto. La mia è questa”.

Clicca per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Advertisement

Da leggere

Altri in Calciomercato

rfwbs-slide