Seguici su
1606814839090918

Calciomercato

Il tiro alla fune Insigne-De Laurentiis con Spalletti spettatore interessato

Restare fino a scadenza contratto è un rischio per tutti in un déjà vu che può avvelenare l’ambiente

Si chiuderanno in una stanza senza alcun mediatore o testimone: Insigne da un lato e De Laurentiis dall’altro. Magari sorridendo, prendendola alla larga, poi stringi  stringi si arriverà al punto. De Laurentiis non conosce morbidezze nel dire e nel fare. Insigne concorre per il più bel gol tra i dieci indicati dall’UEFA, e torna con un pezzetto di Coppa tra le mani. Che si fa? Gli scenari sono noti: 1) si accontenta d’essere la bandiera del Napoli e accetta il taglio di De Laurentiis? 2) Resta fino a scadenza contratto? 3) Chiede i diritti d’immagine? 3) Si promette a De Laurentiis per un rinnovo più corposo, il prossimo anno, con l’approdo in Champions?

Ciro Venerato a Radio Kiss Kiss ha dichiarato: “La situazione di partenza è molto chiara, l’arrivo non si conosce al momento. Insigne vuole un contratto importante per chiudere la carriera a Napoli, mentre De Laurentiis deve ridimensionare il monte ingaggi. Per questo motivo ci sarà da trattare al fine di trovare una intesa che possa soddisfare tutti. Insigne vuole diventare la bandiera del Napoli o andare altrove? Insigne potrebbe anche andare avanti così senza rinnovo e valutare poi l’anno prossimo. Sarebbe un’arma a doppio taglio e non so se si andrà su questa direzione. Non escludo però che possa andare a finire così”.

E tutti temono questa “non” soluzione con lo scivolamento verso la scadenza del contratto. Diventerebbe ancor più difficile giocare a Napoli senza poter sbagliare: a lui è vietato. E intanto Mancini continuerà a chiamarlo per le 5 soste previste in questo prossimo campionato e Lorenzo continuerà a dare tutto, compreso il tiraggiro, diventato per i tifosi azzurri un modo per canzonarlo benevolmente e non.

Il tiro alla fune è sport che fa due vittime contemporaneamente, ma in questo caso anche Spalletti sarebbe una vittima. Come accocchiare il Napoli senza Insigne se ora è disegnato con Insigne? E se per fatalità arrivasse Emerson che sembrava duettare felicemente con Insigne? La prossima puntata dal 5 agosto qualcosa chiarirà.

Giornalista.

Clicca per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Advertisement

Da leggere

Altri in Calciomercato

rfwbs-slide