Seguici su
1606814839090918

In primo piano

Il protocollo è la linea guida e va rispettato; per Juventus-Napoli il Giudice Sportivo ha chiesto un supplemento d’indagine

Il Ministro Spadafora e il Presidente della Figc difendono il protocollo e lasciano al Giudice Sportivo la libera decisione

“Ad oggi il protocollo è ancora giusto da tenere e da portare avanti, e deve essere rispettato da tutti con il massimo rigore”: così ha dichiarato Vincenzo Spadafora, al termine del confronto con il presidente della Figc, Gabriele Gravina. L’incontro doveva far luce sul momento attuale e sul futuro del campionato. Doveva rispondere alle falle del protocollo che svincola le ASL dal raccordo con il CTS. Esiste dunque un pericolo che il campionato si fermi? “Campionato a rischio? No, non corriamo il rischio di bloccarlo – ha chiarito il Ministro-.  Se è stato eccessivo l’intervento dell’Asl di Napoli? Anche nel verbale del Cts è ben chiarito che l’autorità sanitaria locale possa intervenire su casi particolari se ci fossero esigenze particolari e gravi a livello territoriale. Quando lo fa, l’importante è che ci sia una motivazione legata a delle esigenze che possono variare”.

E lo stesso Gabriele Gravina, presidente della FIGC, è apparso in sintonia con Spadafora: “Crediamo molto in questo protocollo che abbiamo voluto e difeso. Se tutti abbiamo a cuore la tutela della salute e il protocollo viene rispettato da tutti nella sua integrità, credo che possiamo stare tranquilli che il campionato si può disputare e svolgere in sicurezza. Certo se cominciano ad esserci delle falle e qualcuno sbaglia allora quel qualcuno deve pagare. Il caso della ASL di Napoli auspichiamo che sia un’eccezione, ma non possiamo conoscere quelle che saranno le condizioni future del nostro Paese. Se il protocollo viene rispettato nella sua integrità da tutti, possiamo essere tranquilli che il campio nato di calcio si potrà disputare in condizioni di sicurezza”.  E sul futuro di Juventus-Napoli? “Lo 0-3 al Napoli? Abbiamo un giudice sportivo e una procura federale che fanno il loro mestiere. Non entro nel merito, cerco di essere serio e rispetto i ruoli auspicando che gli altri facciano lo stesso.”

Ed ora la parola passa al Giudice Sportivo dottor  Gerardo Mastrandrea che non deciderà domani sull’eventualità di un 3-0 a tavolino, ma prenderà tempo per un supplemento di indagine. Il verdetto potrebbe dunque slittare, ma intanto si ipotizza una data per l’eventuale rinvio della gara. E in un calendario così fitto d’impegni, l’unica data possibile potrebbe  essere il 13 gennaio, ovvero 4 giorni prima di Inter-Juve e 8 giorni prima dell’ipotesi di Supercoppa Italiana tra Napoli e Juventus.

 

 

Giornalista.

Clicca per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Advertisement

Da leggere

Altri in In primo piano

rfwbs-slide