Seguici su
1606814839090918

Commento alla partita

Il Napoli va ai quarti di finale della Coppa Italia, ma a fare notizia è la prestazione dell’Empoli

Gli azzurri rispondono colpo su colpo a Bajrami e passano il turno; la prestazione però è ancora da rivedere

 Napoli-Empoli 3-2 (18′ Di Lorenzo, 33′-68′ Bajrami, 38′ Lozano, 77′ Petagna)

L’Empoli– con l’allenatore Dionisi e tre giocatori costretti a rimanere in isolamento- viene al Maradona e schiera molti giovani, fa la partita e segna addirittura due reti ad una squadra con evidenti problemi di tenuta difensiva e di concretizzazione delle azioni create. Sicuramente i toscani sono avversari temibili, esprimono un gran gioco e sono la squadra capolista in Serie B, oltre ad aver già eliminato il Benevento nel loro cammino in Coppa Italia. Il resto non fa notizia: il Napoli va in vantaggio con Di Lorenzo e risponde al duplice pareggio di Bajrami, ma non smette mai di soffrire per tutta la partita, nonostante l’ingresso in campo di Insigne, Fabian Ruiz, Zielinski, Llorente e Bakayoko. E tra sette giorni c’è la Supercoppa.

Nonostante le assenze di Mancuso, Pirrello e Zurkowski la sfida è subito ricca di emozioni. Di Lorenzo al 7′ trova una traccia centrale per Lozano: controllo, girata e tiro potente ma Furlan alza sopra la traversa. Sempre il messicano dieci minuti dopo scappa via a un difensore dell’Empoli e con l’esterno fa partire un traversone morbido, sul quale Di Lorenzo in area si avvita alla grande, incorna il pallone e lo spedisce in fondo al sacco. L’Empoli non è affatto morto: Zappella mette un cross perfetto, Matos effettua una rovesciata perfetta  e la palla scheggia la traversa ed esce, con Meret immobile. Sia Elmas che Demme hanno due grandi occasioni, entrambe sprecate;  al 33′ Matos porta palla e serve Bajrami, che dal vertice dell’area rientra, calcia a giro e trova l’angolino lontano: Meret resta immobile, è 1-1! Il Napoli prova quindi ad attaccare a testa bassa, e sulla sventagliata sbagliata di Politano da destra a sinistra, Zappella è in anticipo, ma sbaglia lo stop e si fa rubare palla da Lozano, che in due tocchi esplode il destro e batte Furlan: è di nuovo vantaggio azzurro al 38′.

Nella ripresa nessuna novità dalla panchina, e Napoli in campo deciso a chiudere immediatamente i giochi. Un paio di iniziative sulla destra (Di Lorenzo prima e Petagna poi) mancano solo del guizzo decisivo in mezzo per il tris. Dunque i cambi: Gattuso sceglie Insigne ma, poco prima del momento di Ruiz e Zielinski, ecco il nuovo pari di Bajrami, che trova infatti il 2-2 al 68′ con un altro gran destro, questa volta da fuori, e sempre diretto sul secondo palo. A quel punto partita sempre più bella: il Napoli non ci sta e crea tre occasioni in pochi minuti (Insigne, Lozano e Zielinski), e dunque al 77′ fa 3-2 con Petagna in mischia dopo un salvataggio sulla linea di Ricci su Rrahmani. Le emozioni sono allora (quasi) finite: il Napoli coglie un palo con Ruiz e poi difende sugli ultimi attacchi dell’Empoli, senza però smettere mai di soffrire. Nel prossimo turni gli azzurri in gara secca sfideranno la vincente della partita tra Roma e Spezia, da disputarsi il 19 gennaio.

Giornalista

Clicca per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Advertisement

Da leggere

Altri in Commento alla partita

rfwbs-slide