Seguici su
1606814839090918

In primo piano

Il Napoli è infuriato per il protocollo. Niente allenamenti di gruppo

De Laurentiis richiede la quarantena presso le case dei calciatori. All’hotel servono 10 giorni di manutenzione

Ancora grane in casa Napoli. Sembra ormai difficile che gli azzurri possano iniziare gli allenamenti collettivi lunedì. Infatti, l’obbligo di ritiro inserito nel protocollo sanitario ha scombinato i piani della società. Il Napoli era pronto ad appoggiarsi all’hotel vicino il centro sportivo di Castel Volturno, ma la struttura è ancora chiusa. Il club partenopeo ha circa 50 persone da sistemare persone tra calciatori, staff ed addetti ai lavori. De Laurentiis è furioso in quanto il Napoli rischia di partire in ritardo rispetto agli altri club di Serie A. L’hotel, infatti, ha bisogno di 10 di giorni per fare  la sanificazione.

De Laurentiis è contrariato per le disposizioni imposte dal protocollo, in quanto il Napoli è impossibilitato a soddisfare le richieste del governo. La società partenopea, non avendo altra soluzione logistica, vorrebbe richiedere la quarantena per tutti i suoi tesserati presso i propri domicili. In pratica, la stessa proceduta che il Napoli sta attuando per gli allenamenti individuali. Tutti a Castel Volturno per gli allenamenti e poi tutti a casa in isolamento, senza neanche fare la doccia. De Laurentiis attende una risposta ed è pronto a dare battaglia.

LEGGI ANCHE:

Continua il braccio di ferro tra la Figc e il Governo mentre il presidente dell’UEFA attende l’ora delle Coppe

Mertens a un passo dall’Inter

Il Napoli attacca Raffaele Auriemma: “Basta Fake news!”

Clicca per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Advertisement

Da leggere

Altri in In primo piano

rfwbs-slide