Seguici su
1606814839090918

Europa League

Il Napoli deve pensare anche alla trasferta di giovedì

 Boris Johnson potrebbe firmare un decreto che consentirà ai calciatori provenienti da Paesi nelle liste rosse

L’attenzione è ora rivolta soltanto alla partita delle ore 18. Spalletti dovrà verificare le condizioni di tutti coloro che sono rientrati dai faticosi viaggi e schierare la formazione che meglio potrà opporsi alla Juventus.

Ma intanto la società per quanto concentrata sulla gara di questo pomeriggio, non può ignorare che giovedì il Napoli inizierà il cammino in Europa League  con tanti nodi ancora da sciogliere, dai “visti” dell’ambasciata alla quarantena da rispettare.  Su la Repubblica di ieri, si leggeva: “Osimhen si allenerà solo oggi, è atterrato ieri a Roma, dove stamattina, con Elmas e Rahmani, chiederà all’ambasciata britannica un visto speciale per entrare nel Regno Unito. Provenendo da Paesi in lista rossa, i tre dovrebbero altrimenti disertare la trasferta di Europa League a Leicester. Quasi a dare ragione a chi considera le nazionali distrazioni fastidiose”.

Ma l’altro problema che riguarda almeno 4 giocatori azzurri, è quello della quarantena da rispettare con il pensiero che va a Brasile- Argentina. Sul “Mattino” si legge: “Il caso dell’accesso di calciatori provenienti da Paesi inseriti da Londra in cosiddette liste rosse riguarda non solo il Napoli. Si è infatti mosso il presidente dell’Uefa, Aleksander Ceferin, che ha solidi rapporti con Boris Johnson, il primo ministro inglese che obbligò i club della Premier ad abbandonare la Superlega e ha consentito la riapertura totale di Wembley in occasione degli Europei. Johnson, che aspira all’organizzazione del Mondiale di calcio 2030 in Gran Bretagna, sta per firmare un decreto che consentirà ai calciatori provenienti da Paesi nelle liste rosse di accedere in Inghilterra per giocare partite di Champions o Europa League senza effettuare la quarantena attualmente prevista. In caso contrario il Napoli e la Federcalcio si sarebbero attivati per ottenere l’inversione di campo.”

Durante la conferenza stampa di Luciano Spalletti gli è stato chiesto: “I problemi burocratici per giovedì si risolveranno? “ E il tecnico ha risposto: “Ho fatto un accenno nell’ambito dei disagi che affrontiamo, non devono aggiungercene altri. Uefa? Lei è uno sveglio, ha subito fatto la sintesi”.

Uefa, appunto: ma come è stata organizzata e programmata questa sosta?

Giornalista.

Clicca per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Advertisement

Da leggere

Altri in Europa League

rfwbs-slide