Seguici su
1606814839090918

Calciomercato

Il Napoli a cento all’ora, vuole Raspadori, non rinuncia a Simeone, pensa a Lo Celso

L’interesse del Napoli per assicurarsi Giacomo Raspadori, va letto come una svolta della società verso obiettivi molto ambiziosi.

Dopo un avvio lento, il Napoli ha ingranato la marcia e vuole stupire per inaugurare un nuovo ciclo. Un Napoli tutto nuovo può essere un rischio per le intese non automatiche tra i giocatori anche considerando i tempi strettissimi con un campionato che inizia a metà agosto, ma le premesse per iniziare un ciclo vincente ci sono tutte.

Anche la notizia del ritorno in massa del tifo organizzato della Curva B è un segnale e una spinta per tutti i tifosi che occuperanno gli altri settori. Da un senso di frustrazione e pessimismo delle scorse settimane, la costruzione del Napoli che verrà induce all’ottimismo, o quanto meno suscita molta curiosità.

In difesa si attende di capire Monster Kim se riuscirà a conquistare la fiducia dei tifosi; a sinistra Olivera con il 17 sulle spalle si è assunta una grande responsabilità; Kvara è già entrato nei cuori azzurri, né può deludere i georgiani che lo seguono da lontano.

Ma quel che si intravede all’orizzonte è ancor più interessante: se Giovanni Simeone è un rinforzo “garantito” con il fiuto del gol dopo averne realizzati 17 lo scorso campionato, l’interesse del Napoli per assicurarsi Giacomo Raspadori, va letto come una svolta della società verso obiettivi molto ambiziosi. E Raspadori rappresenta il profilo perfetto per come lo intende il Presidente De Laurentiis. Classe 2000, perfetto in ottica plusvalenze, molto discreto, e soprattutto un campione dell’oggi che può diventare top nel futuro. Da tempo ha superato lo status di giovane promessa, passando a status di certezza con un’esperienza in Nazionale che sarebbe preziosa se al servizio del Napoli in Champions. Un campione senza un ruolo, con più ruoli purchè in odore di porta. Dietro Osimhen o al suo posto, Raspadori è un giovane Mertens e per il Napoli rappresenterebbe realmente un salto in alto.

Ma è una strada ancora difficile che tuttavia De Laurentiis sta tentando di aprire. Personalmente ha contattato  Giovanni Carnevali, a.d. del Sassuolo, per sondare la disponibilità del club a privarsi del suo attaccante, ben sapendo che il Sassuolo è bottega cara e, se mai accettasse di cedere il giocatore, chiederebbe una cifra superiore ai 35 milioni.

Giornalista.

Clicca per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Advertisement

Da leggere

Altri in Calciomercato

rfwbs-slide