Seguici su

In primo piano

Il mondo del calcio canta per le vittime del Coronavirus

Domani uscirà la canzone “Lo stadio in un cassetto” eseguita da 21 calciatori

Una bellissima iniziativa è stata lanciata da un gruppo di calciatori. Per sostenere i familiari dei medici e del personale sanitario che hanno perso la vita durante l’emergenza Coronavirus, alcuni campioni hanno inciso una canzone. Il brano si intitola “Lo stadio in un cassetto” e uscirà domenica alle 20:45, classico orario del posticipo di campionato, sui social di tutti i calciatori partecipanti all’iniziativa benefica. Nomi altisonanti, sia maschili che femminili, del mondo del calcio: Samuel Eto’o, Ciro Ferrara, Andrea Pirlo, Luca Toni, Barbara Bonansea, Elena Linari, Gaetano Castrovilli Alessandro Florenzi, Stefano Eranio, Matteo Darmian, Alessandro Matri, Andrea Ranocchia, Nicola Ventola, Danilo D’Ambrosio, Alessandro Bastoni, Francesco Caputo, Federico Bonazzoli, Alberto Cerri, Leonardo Morosini, Maurizio e Simone Ganz. Tutti insieme davanti al microfono, come un’unica squadra. La “band” si chiamerà Campioni a distanza.

Il ricavato sarà devoluto al fondo “Sempre con voi” della Protezione Civile, ed il brano sarà prodotto da importanti case discografiche e col patrocinio della Lega Serie A. Questi 21 calciatori, calciatrici, ex campioni, si sono messi in gioco per una nobile causa, registrando audio e video della canzone nelle proprie case, in maniera amatoriale. Ovviamente, trattandosi di una campagna sociale non potevano mancare gli hashtag che saranno: #weareoneteam, #lostadioinuncassetto, #campioniadistanza, #sempreconvoi. Dal giorno successivo, il brano sarà disponibile su tutte le piattaforme musicali.

“È un brano semplice, immediato, sereno, con un messaggio di grande positività, composto in questo periodo difficile e buio in cui ci sono state e ci vengono tuttora negate socialità, evasione e condivisione. Ed è proprio da questo spirito che nasce l’idea di farne un’instant song interpretata da grandi calciatori per fotografare questa inaspettata condizione unendo i due mondi che, per natura, vivono e si nutrono della partecipazione del pubblico, il calcio e la musica” così recita la nota di spiegazione del brano. Vanno messe da parte le rivalità, è ora di segnare un gol tutti insieme per una giusta causa.

Giovanni Frezzetti

Collaboratore Master in “Giornalismo sportivo”, presso la Gazzetta dello Sport

Clicca per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Advertisement

Da leggere

Altri in In primo piano

rfwbs-slide