Seguici su
1606814839090918

In primo piano

Il gesto clamoroso di Igor Trocchia, un esempio per tutti gli allenatori di serie A

Igor Trocchia è stato insignito della nomina di Cavaliere dell’Ordine al Merito della Repubblica Italiana dal Presidente Mattarella

Ieri sera, nel programma “Nuovi Eroi” andato in onda su Rai 3, è stata raccontata la storia di Igor Trocchia, allenatore di calcio napoletano di nascita e bergamasco d’adozione, insignito della nomina di Cavaliere dell’Ordine al Merito della Repubblica Italiana dal Presidente Mattarella per un gesto clamoroso contro il razzismo che dovrebbe essere d’esempio per tutti gli allenatori, professionisti e non.

Nel maggio 2018, durante un torneo della categoria Esordienti a Rozzano nel milanese, indignato per gli insulti a sfondo razziale rivolti a un suo giocatore, Trocchia decise insieme alla squadra di tornare negli spogliatoi e di ritirarsi dalla competizione. L’aspetto pedagogico è quello che mi interessa maggiormente, non ho la presunzione di voler formare dei calciatori. Ma so che tutti loro, da grandi, dovranno essere uomini”. Parole, queste, pronunciate da Igor Trocchia in merito alla vicenda, che dovrebbero far riflettere tutti gli addetti ai lavori del mondo del calcio.

A proposito del programma di Rai 3 “Nuovi Eroi”, che racconta proprio le storie dei cittadini insigniti dal Presidente Mattarella, Igor Trocchia, attuale allenatore della Nazionale Italiana Sordi e della formazione Elite Under 17 dello Sporting Franciacorta, ha detto: “Mi hanno rapito per due giorni. Siamo stati nei luoghi dove sono cresciuto a Dalmine, dove ho giocato, ho raccontato della mia infanzia, della mia famiglia, del mio modo di vedere il calcio. Poi sono stati intervistati anche i due ragazzi protagonisti del famoso gesto: Yassine Sankara e il capitano di quella squadra, Francesco Berardelli. Non vedo l’ora di guardare la trasmissione, sarà una sorpresa anche per me”.

Chiunque avesse perso il programma andato in onda ieri sera, potrà vederlo su RaiPlay.

Roberto Rey

 

Grafico, vignettista

Clicca per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Advertisement

Da leggere

Altri in In primo piano

rfwbs-slide