Seguici su
1606814839090918

In primo piano

Il ct Ian Baraclough: ” Per noi questo è un test enorme: abbiamo la chance di far vedere quello che valiamo contro i campioni d’Europa”.

Sarà una partita difficile per noi, soprattutto con così poco tempo per prepararla. Spero che i ragazzi possano godersi questa sfida. Serate come questa non capitano spesso

“Gli attaccanti di Mancini sono tutti fortissimi, però i nostri difensori sono allenati a fermare ogni settimana i migliori attaccanti della Premier League e non temono nessuno”. Così Ian Baraclough, ct della Nazionale dell’Irlanda del Nord, alla vigilia del match di Windsor Park contro l’Italia. “Certo – continua Baraclough – Avrei preferito che Jorginho avesse segnato quel rigore e che l’Italia avesse vinto con la Svizzera. Ora verranno qui per prendersi il bottino pieno e sarà una partita difficile per noi, soprattutto con così poco tempo per prepararla. Spero che i ragazzi possano godersi questa sfida. Serate come questa non capitano spesso. Ne abbiamo avute in passato con Germania e Olanda, ma per noi questo è un test enorme: abbiamo la chance di far vedere quello che valiamo contro i campioni d’Europa”.

Per l’Italia un match decisivo, per l’Irlanda del Nord invece una partita che potrà essere giocata senza grandi pressioni e con un tecnico, arrivato nel 2020 e fresco di rinnovo di contratto. Ma il ct ha studiato bene l’Italia e come tentare di frenarla: “E’ evidente che non possiamo pensare di gestire noi in prevalenza il pallone e che Jorginho e gli altri centrocampisti di Mancini sono grandi giocatori. Però abbassare la pressione dell’Italia significa anche sorvegliare bene le fasce laterali. E’ da lì che possono arrivare tanti pericoli e noi dobbiamo essere capaci di non perdere i duelli in quella zona del campo”.

Clicca per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Advertisement

Da leggere

Altri in In primo piano

rfwbs-slide