Seguici su
1606814839090918

In primo piano

Il Codacons presenterà un esposto contro De Laurentiis per epidemia colposa

In assenza di notizie si cerca di cavalcare quelle che possono portare audience; finora non risultano esposti nei confronti di Sgarbi o Salvini

Salta l’amichevole con lo Sporting per la positività di tre giocatori e l’autorevole quotidiano portoghese O Jogo, rivela come sia stato accordato al Napoli il permesso di sostenere almeno un allenamento nell’impianto del sodalizio portoghese. Contemporaneamente su tutti i quotidiani e siti on line si batte la notizia che il Codacons presenterà domani un esposto alla Procura della Repubblica di Milano, in cui si chiederà di aprire una indagine sul presidente del Napoli per il possibile reato di epidemia dolosa.

Sembra quasi che in assenza di notizie si cerchi di cavalcare quelle che possono portare audience. Si chiami De Laurentiis o Berlusconi o Simeone o Icardi, cambia poco perché questo virus è stato definito dai migliori scienziati, “democratico”. Il professor Mirone, parlando di De Laurentiis, lo ha definito “maniacale” per il suo prudenziale rapporto con il virus. Non risulta invece essere giunto alcun esposto ad Andrea Bocelli che ha violato le regole del lockdown, nè a  Vittorio Sgarbi che in qualità di sindaco di Sutri  ha “consigliato di non indossare la mascherina” spiegando con una lettera a “Giornale” il proprio punto di vista:  “Per evitare l’irrazionale diffondersi del virus della paura, ho scritto un’ordinanza per vietare l’uso della mascherina, che non è un divieto, ma un richiamo alla ragione e al libero pensiero, cioè al pensiero libero da pregiudizi. La mia minaccia di multa a chi porta la mascherina per strada è solo un paradosso per fare riflettere sulla insensatezza della sottomissione, non imposta, ma accettata passivamente”.  Lo stesso Sgarbi protagonista di una lite che ha fatto il giro del web: quella tra Vittorio Sgarbi e un addetto alla sicurezza del festival del cinema di Venezia dove gli insulti apostrofati con epiteti volgari non hanno evidentemente, fatto breccia. Lo stesso politico Salvini è stato più volte immortalato senza mascherina in vari assembramenti. Esposti? Nessuno.

Non è dunque in discussione il comportamento del presidente De Laurentiis che per fortuna sembra non aver contagiato alcun membro della riunione, e neanche il presidente Vigorito che ha accettato di viaggiare con lui al ritorno dalla riunione nell’aereo privato: in discussione è individuare un nome che faccia da cassa di risonanza. Nella stessa giornata in cui il Codacons preparava l’esposto nei confronti di “un” untore che non ha unto, la sua squadra, unica delle 20 a raddoppiare le misure imposte dal protocollo, si è trovata in terra straniera, in quel Portogallo (eletto quale sede per far disputare le fasi finali della Champions League), che non aveva provveduto a rispettare i tempi certi dei risultati dei tamponi. Un comportamento quello dello Sporting Clube censurabile e deplorevole: se entro le 9,30 avessero avuto i risultati, un’intera squadra, con lo staff tecnico e sanitario, sarebbe rimasto a Castel Volturno. Esposti? Nessuno.

Giornalista.

Clicca per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Advertisement

Da leggere

Altri in In primo piano

rfwbs-slide