Seguici su
1606814839090918

Calciomercato

Il campionato si ferma e il Napoli lavora per il futuro

Allenatore, rinnovi, cessioni e acquisti. In assenza del calcio giocato, De Laurentiis e Giuntoli lavorano per disegnare il Napoli della prossima stagione

Finalmente anche il calcio si è fermato. Decisione tardiva ma indispensabile per tentare di contenere l’epidemia del coronavirus. I tifosi capiranno e se ne faranno una ragione. Parlare quindi di calcio, e in particolare del Napoli, in un momento difficile come quello che tutti gli italiani stanno vivendo, è obiettivamente difficile, ma poiché l’interesse degli appassionati del gioco più bello del mondo resta e resterà per sempre intatto, d’ora in poi non ci resta che scrivere di quanto potrà accadere in futuro. Futuro che, per quanto riguarda il Napoli, ha tre priorità: panchina, cessioni, rinnovi e campagna acquisti estiva.

La panchina. Per Gattuso le possibilità di essere confermato anche per la prossima stagione aumentano di giorno in giorno. È evidente, infatti, l’ottimo lavoro finora svolto dal tecnico che, dopo aver ricompattato lo spogliatoio e ricucito lo strappo tra calciatori e società, ha ridato energia e entusiasmo alla squadra raggiungendo quel sesto posto che al momento garantirebbe la qualificazione europea. Ad avvalorare quest’ipotesi c’è la notizia pubblicata su diversi media di un prossimo incontro tra Mendes, agente di Gattuso, e De Laurentiis.

I rinnovi. Dando per scontata la riconferma di Mertens per altri due anni, almeno secondo quanto riportato dalle principali testate sportive, restano da definire i rinnovi di Callejon, Zielinski e Milik. Pe lo spagnolo sono scarse le probabilità che in futuro vesta ancora la maglia azzurra, vista la sua volontà di finire la carriera in Spagna. Per Zielinski c’è da limare qualche dettaglio, ma l’impressione è che a breve si possa definire il tutto positivamente. La trattativa più spinosa è senza dubbio quella che riguarda Milik. Il centravanti polacco pretende un sensibile aumento dell’ingaggio e De Laurentiis pare non essere per nulla d’accordo.

Le cessioni. Tra i possibili partenti per fare cassa ci sono Koulibaly e Allan. A differenza dello scorso anno le proposte che arriveranno per i due big saranno prese in considerazione e valutate dal Presidente. Per Fabian Ruiz, per il quale potrebbe scatenarsi un’asta super milionaria tra Barcellona e Real Madrid, il discorso è diverso. Il calciatore piace molto a Gattuso e lo considera un punto fermo del suo progetto futuro, cosa della quale la dirigenza azzurra dovrà necessariamente tenere conto. Per quanto riguarda Lozano bisognerà attendere eventuali richieste, anche se il Napoli sembra non avere alcuna intenzione di svenderlo. Per i vari Ghoulam, Hysay, Llorente e Younes occorrerà il massimo impegno di Giuntoli per sistemarli presso altri club.

Gli acquisti. In difesa, qualora fosse ceduto Koulibaly, sarà necessario acquistare un centrale difensivo di pari valore che abbia come alternativa Il giovane e promettente Rrhamani acquistato a gennaio. Nella zona nevralgica del campo, invece, Demme e Lobotka colmerebbero il vuoto lasciato da un’eventuale partenza di Allan, ma numericamente mancherebbe un elemento, visto che per giocare con un centrocampo “a tre” ce ne vogliono almeno 6 in rosa. In attacco tutto dipende da come andrà la trattativa con Milik. Se resta, è probabile che il giovane Petagna vada in prestito a un’altra società. Se invece il polacco dovesse partire per altri lidi, l’attaccante della Spal potrebbe essere usato come contropartita per l’acquisto di un big che non sembra più essere Belotti per il quale stravede De Laurentiis, ma non Gattuso.

Roberto Rey

Grafico, vignettista

Clicca per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Advertisement

Da leggere

Altri in Calciomercato

rfwbs-slide