Seguici su
1606814839090918

In primo piano

Il calcio nel caos, Superlega, Eca, Uefa

Nasce la Superlega e l’ECA appoggia l’UEFA che la condanna

Il calcio nel caos

 

In un comunicato diffuso dall’ECA si legge: “In merito alle notizie odierne, l’Eca, che rappresenta 246 club di tutta Europa, ribadisce la volontà di lavorare allo sviluppo del modello delle competizioni europee con la Uefa per il ciclo che comincerà nel 2024 e si oppone fortemente a quel “modello chiuso di superlega”, cui gli articoli sui media si riferiscono”

Questa la risposta all’ufficialità della nascita della Superlega: “La Superlega ora diventa realtà: 12 club, tra i quali Juventus, Milan e Inter, hanno reso noto la creazione della Superlega Europea, con un comunicato congiunto. “Dodici prestigiosi club europei di calcio hanno annunciato oggi congiuntamente un accordo per costituire una nuova competizione calcistica infrasettimanale, la Super League, governata dai Club Fondatori.

AC Milan, Arsenal FC, Atlético de Madrid, Chelsea FC, FC Barcelona, FC Internazionale Milano, Juventus FC, Liverpool FC, Manchester City, Manchester United, Real Madrid CF e Tottenham Hotspur hanno tutti aderito in qualità di Club Fondatori. È previsto che altri tre club aderiranno come Club Fondatori prima della stagione inaugurale, che dovrebbe iniziare non appena possibile.

In futuro, i Club Fondatori auspicano l’avvio di consultazioni con UEFA e FIFA al fine di lavorare insieme cooperando per il raggiungimento dei migliori risultati possibili per la nuova Lega e per il calcio nel suo complesso.

La creazione della Super League arriva in un momento in cui la pandemia globale ha accelerato l’instabilità dell’attuale modello economico del calcio europeo. Inoltre, già da diversi anni, i Club Fondatori si sono posti l’obiettivo di migliorare la qualità e l’intensità delle attuali competizioni europee nel corso di ogni stagione, e di creare un formato che consenta ai top club e ai loro giocatori di affrontarsi regolarmente.

La pandemia ha evidenziato la necessità di una visione strategica e di un approccio sostenibile dal punto di vista commerciale per accrescere valore e sostegno a beneficio dell’intera piramide calcistica europea. In questi ultimi mesi ha avuto luogo un ampio dialogo con gli stakeholders del calcio riguardo al futuro formato delle competizioni europee. I Club Fondatori credono che le misure proposte a seguito di questi colloqui non rappresentino una soluzione per le questioni fondamentali, tra cui la necessità di offrire parti aggiuntive per l’intera piramide calcistica”.

La risposta  dell’ECA è ferma quando  scrive: “L’Eca fa riferimento alla posizione presa dal suo Comitato Esecutivo nel suo ultimo meeting del 16 aprile, ovvero all’impegno di lavorare con la Uefa per una struttura rinnovata complessivamente del calcio europeo dopo il 2024, inclusi i cambiamenti proposti per le competizioni europee dopo il 2024 – aggiunge l’associazione dei principali club europei -. Con il supporto dell’Eca, il Comitato Esecutivo dell’Uefa è chiamato a dare il via libera a questi impegni nella sua riunione del 19 aprile, oltre a perseguire gli sforzi per raggiungere un accordo sui futuri rapporti tra Uefa ed Eca

 

Clicca per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Advertisement

Da leggere

Altri in In primo piano

rfwbs-slide