Seguici su
1606814839090918

Europa League

Granada-Napoli, con lo spirito sfrontato degli scugnizzi

C’è anche il sogno di veder sbocciare una Primavera

Vigilia di Granada-Napoli con i pensieri che seguono mille rivoli: dal fato che si diverte a mettere in ginocchio una squadra che reagisce con lo spirito sfrontato degli scugnizzi, al sogno di giungere il 26 maggio al Gdańsk Stadium di Danzica. La sensazione è quella che gli azzurri siano disposti a stringere i denti per tentare di superare queste ultime montagne in attesa dei soccorsi. Intanto, Insigne, Zielinski, Politano, Bakayoko sono in pieno stress e sperano che  la notte cederà spazio all’alba.

L’Europa League sarebbe alla portata del Napoli con una squadra al completo e giovedì sera si potrà capire se è stato staccato mezzo biglietto per gli ottavi: poi il 25 febbraio si potranno contare le 16 squadre ancora in competizione. In questo turno tre partite in particolare saranno sotto i riflettori perché riguardano le favorite al titolo: Benfica-Arsenal, Wolfsberg-Totthenam e Real Sociedad-M. United. I migliori siti di scommesse puntano il dito verso la Premier ma, in questo imprevedibile anno, tutto può succedere, anche che il Barcellona, in casa, perda per 1-4 contro il PSG.

Rino Gattuso si presenterà a Granada con gli uomini contati e stanchi ma in quei rivoli di pensieri positivi c’è anche il sogno di veder sbocciare una Primavera. In difesa o in attacco, poco importa: sarebbe una vittoria della cantera partenopea che raramente è stata valorizzata.

Comunque Gattuso insisterà con il solito  4–2-3-1 con la difesa che non può variare e l’attacco che dovrà affidarsi a Insigne-Politano esterni; Osimhen supportato da Zielinski; qualche dubbio soltanto al centro tra Bakayoko, Elmas, Lobotka e Fabian.

Per il Granada che mai ha incontrato il Napoli, il rientro di Herrera e Gonalons rafforza le speranze di Martinez che pure lamenta assenze importanti come Suarez e Soldado.  Ma Salvatore Bagni, in un intervento a “Si gonfia la rete”, ha avvertito: “Il Granada mette in difficoltà con l’intensità: quando attacca si mette col 3-4-3 e quando si difende con il 5-4-1”. Quel che è certo è che  darà l’anima per non perdere questa partita e aggrapparsi alla competizione europea per dimenticare le delusioni in Liga.

Domani sera, ore 21 Sky o Tv8 in chiaro, 16esimi Europa League, Granada-Napoli sarà diretta dal russo Karasev che potrà avvalersi anche dell’ausilio del  VAR.

 

Giornalista.

Clicca per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Advertisement

Da leggere

Altri in Europa League

rfwbs-slide