Seguici su
1606814839090918

In primo piano

Giovane calciatore di 13 anni cade in un pozzo e muore

Il ragazzino era stato premiato qualche mese fa per la sua grande sportività ed i suoi gesti di fair play

Stefano Borghes, giovanissimo calciatore di 13 anni dell’Azzurra Gorizia è morto il 22 luglio dopo essere precipitato in un pozzo per 30 metri durante le attività di un centro estivo. Al ragazzino, lo scorso anno gli era stato conferito un riconoscimento per il fair play dello sport.

Stefano Borghes, di ruolo attaccante, giocava negli Esordienti, e il 28 ottobre 2019, durante una partita, insieme ad un compagno si era reso protagonista di un bel gesto di fairplay, rinunciando a segnare una rete per soccorrere il portiere avversario colpito in faccia da una pallonata. Per quel bellissimo gesto di sportività, il Comitato Regionale Friuli Venezia Giulia della Lega nazionale dilettanti aveva deciso di premiarlo.

Questo il cordoglio della Lega Dilettanti e del suo Presidente Sibilia:

“È straziante commentare la perdita di una così giovane vita e circostanze così tragiche. Rivolgo un pensiero commosso, anche a nome di tutta la Lega Nazionale Dilettanti, alla famiglia di Stefano e al club dell’Azzurra Gorizia. Abbiamo perso un piccolo-grande campione di sportività: che il ricordo del suo gesto resti sempre vivo e sia di esempio per tutti coloro che amano il calcio”.

 

Clicca per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Advertisement

Da leggere

Altri in In primo piano

rfwbs-slide