Seguici su
1606814839090918

In primo piano

Gattuso in conferenza stampa: bisogna fare le cose a 1000 all’ora con una sola testa.

Non si può affrontare il Lecce senza la stessa cattiveria dimostrata contro la Lazio e la Juventus: non cadiamo nella trappola

 

Due settimane o poco più per volgere lo sguardo in su, ancor più dopo il tonfo (ripetuto) della Roma ferma a 39 punti. Ma Gennaro Gattuso oggi in Conferenza Stampa da Castel Volturno mette in guardia tutti : “Se il Napoli non interpreta la partita com’ è stato con la Lazio e la Juventus, se non siamo preparati mentalmente, possiamo pagare: il Lecce è squadra che può far male e noi abbiamo tutto da perdere”.

Impegni ravvicinati ma con tanti giocatori recuperati:Adesso possiamo contare su 4 difensori, presto tornerà anche Ghoulam, così in tutte le posizioni ci sono due giocatori. De Lorenzo potrà tornare al suo posto e Koulibaly giocherà dal 1° minuto.”

I doppi ruoli hanno cambiato il centrocampo: “ Più soluzioni anche a centrocampo hanno fatto cambiare il punto debole del Napoli in punto forte. Qualcuno ha meno spazio:pazienza. L’importante è lavorare con serietà: è il nostro lavoro”.

A Genova 30 minuti di gran calcio e poi una prova caratteriale:Noi dobbiamo muoverci, sempre, per il gioco che vogliamo fare, creare linee di passaggio, dare la possibilità al compagno di muoversi. Poi non dobbiamo impaurirci se lo stadio avversario spinge, da un fallo laterale sembra che ci hanno tirato 20 volte in porta. Questa squadra si conosce bene da tanti anni ma da tempo offre la sensazione di poter pagare un episodio. Dobbiamo migliorare su questo aspetto, su un certo tipo di calcio, altrimenti poi non giochiamo più. Le decisioni si prendono da squadra, non da soli, così tutti insieme si decide di lanciare e poi di andare a giocare sulle seconde palle. L’essenziale è prendere queste scelte da squadra e leggere le situazioni di volta in volta, poi è chiaro che la gara cambia per l’eurogol di Quagliarella, ma i movimenti sono venuti meno a abbiamo sofferto”.

Allan e Fabian sono a disposizione? “Fabian ha fatto poco negli ultimi 10 giorni. Ha avuto sempre febbre a 39-40, non è al cento per cento perché s’è allenato solo due giorni. Allan si allena da quattro giorni, voglio sentire con le mie orecchie che i giocatori stanno bene perchè preferisco far giocare chi è al 100%. Anche Allan ce la sta mettendo tutta per recuperare la condizione fisica”.

Con quale spirito si deve affrontare la gara?Domani serve umiltà, non giochiamo contro il Lecce, ma contro una squadra fortissima. Non sono chiacchiere, dobbiamo giocare col veleno, il coltello tra i denti, e pensare che per noi è una finale, per noi alla fine c’è la Champions, se vinciamo alla fine ci consegnano la Champions.”

Che cosa occorre per vincere?Bisogna pensare tutti allo stesso modo, giocare da squadra, fare le cose a 1000 all’ora con una sola testa.”
Diana Miraglia

Giornalista.

Clicca per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Advertisement

Da leggere

Altri in In primo piano

rfwbs-slide