Seguici su
1606814839090918

Europa League

Gattuso in conferenza: “Li affronteremo con personalità e un blocco da squadra”

Rino Gattuso con Fabian Ruiz ha presentato la sfida con la Real Sociedad in programma domani sera

La prima domanda nella conferenza stampa di presentazione della partita di Europa League in programma domani sera, è rivolta a Fabian, presente in sala accanto a Rino Gattuso.

Con Bakayoko al fianco, sei più libero? Sì, mi sento molto bene, ma anche con altri, abbiamo giocatori molto forti. Ho giocato due gare, mi sono sentito bene, lui è più difensivo ed io ho più libertà”. E in futuro potresti giocare nel ruolo di Mertens?  “Dovete chiederlo al mister, se il mister mi vorrà lì, per me va bene  e Gattuso interviene ridendo: “Vieni tu ad allenare”. E la parola passa al mister: “”E’ una partita importante, ma ci sono ancora 15 punti a disposizione. Abbiamo preso una mazzata con l’AZ, facendo la gara che dovevamo fare, seppur a bassi rirtmi. Domani sarà difficile, sono d’accordo con il tecnico della Real che dice che ci assomigliamo perché giocano bene, hanno cattiveria e non a caso sono primi in classifica”. Ci saranno cambi? “La società ci ha messo a disposizione tutti i dati per valutare la condizione, abbiamo speso tanto e faremo scendere in campo chi è al 100%, ma sarà una squadra competitiva”.

Giocherà David Silva : “Il problema non è solo lui, il tecnico viene dalla cantera e lavora da anni in questo senso, hanno senso d’appartenenza, siamo stati fortunati a giocare senza tifosi perché qui è una bolgia. Hanno mentalità, non solo qualità, battagliano ed hanno tanti giovani interessanti. Servirà un grande Napoli”. Ha dubbi sulla formazione? “No, ce le abbiamo le scelte, l’abbiamo preparata oggi. Non voglio più sentir parlare di titolari e riserve, ci sono i 5 cambi e chi entra ti può far vincere, non voglio vedere una faccia arrabbiata ma solo gente motivata che entra e incide”. Che cosa preoccupa di più in una squadra come la Real Sociedad? “Gioca da squadra, sanno cosa fare in fase di possesso e non possesso, hanno grandi talenti, ma anche qualità agonistiche, non è un caso che sono primi in classifica. Li affronteremo con le stesse armi, personalità, sapendo soffrire, con un blocco da squadra e le due fasi nel miglior modo possibile, non cose a metà. Quando dovremo portare 4-5 uomini nella loro metà campo dovremo farlo con convinzione, viceversa soffrire”. Che pressione ha il Napoli dopo la sconfitta con l’AZ? “Da parte nostra c’è, siamo consapevoli di aver sbagliato con l’AZ e perchè ripeto affrontiamo una squadra forte e veloce. La mentalità c’è, già il parlare una lingua diversa fa capire il senso d’appartenenze, si tocca con mano una voglia di scendere in campo differente, con cattiveria, senza mollare un pallone, poi sanno giocare al calcio e perciò viaggiano forte”.

 

Clicca per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Advertisement

Da leggere

Altri in Europa League

rfwbs-slide