Seguici su
1606814839090918

In primo piano

Gasperini: “L’Atalanta indubbiamente è stata una delle più penalizzate”

Gasperini: “Dobbiamo rientrare velocemente nel campionato, adesso avrà un po’ di continuità”

Atalanta – Fiorentina chiuderà il sabato sportivo: Gasperini e Italiano di fronte con gli stessi problemi legati al rientro tardivo dei sudamericani.

Gian Piero Gasperini, tecnico dell’Atalanta,  in conferenza stampa ha analizzato il match contro la Fiorentina.

È una vigilia complicata. Com’è la situazione alla vigilia del match contro la Fiorentina?
“La situazione è quella che conosciamo, praticamente ieri è stato il primo giorno per tanti dopo la partita di Bologna, domani si inizia a giocare. Ma questo è il calendario, giustamente riguarda tante squadre. L’Atalanta indubbiamente è stata una delle più penalizzate, ma superato questo discorso c’è la gara di domani contro la Fiorentina. Dobbiamo rientrare velocemente nel campionato, adesso avrà un po’ di continuità. Per un mese giocheremo molto, disputeremo 7 partite in 20 giorni, si entra nella stagione. La nostra è stata una preparazione molto anomala, abbiamo fatto poche partite ma in queste poche gare ho visto una squadra consolidata, con delle conoscenze. Anche col Bologna è stata una buona gara, peccato per il risultato. Ripartiamo cercando di costruire la nostra stagione”.

Come sta Zapata?
“Secondo me sta bene, si sta allenando con la squadra. Lo vedo recuperato, chiaramente rispetterò la sua condizione, farà parte della squadra ma non so se dall’inizio o se partirà dalla panchina. Ma ho avuto buone sensazioni. Preferisco sempre quando i giocatori in nazionale scendono in campo. Il rischio è quello degli infortuni, ma noi abbiamo bisogno di giocare, lo abbiamo fatto poco. Quello di Piccoli è superato, Gosens lo vedo oggi, a volte le contusioni non sono veri infortuni. Giocando con questa frequenza sembrano tutti infortuni, ma giocando con questa frequenza sono contusioni”.

Musso o Sportiello?
“Musso, come tanti argentini, torna questa sera alle 22.00. È una decisione che prenderò domani, altrimenti giocherà Sportiello”.

Muriel?
“Non ci conto molto su di lui, la sensazione è che dovrà stare fuori parecchio. Spero di recuperarlo dopo la sosta, se riusciremo a metterlo in campo una partita prima sarò contento. Ma è un bel guaio”.

Come valuta la scelta di rimanere di Ilicic?
“Il ragazzo è motivato, ha fatto una bella preparazione. Ieri si è presentato con il mal di schiena, spero che possa recuperare. Vediamo oggi e domani se può recuperare, ma non ci sono problemi su altro, ci conosciamo bene”.

Il Villarreal osserverà un turno di riposo. Cosa ne pensa?
“Non possiamo far niente, questi sono i tempi. Io avrei preferito allenarmi e preparare bene la partita contro la Fiorentina. Ma questi sono i tempi. Io devo guardare a ciò che accade a noi. Domani dobbiamo dare un bel segnale”.

Cosa si inventerà domani viste le assenze di Muriel e Zapata?
“Non devo inventare. L’Atalanta ha sei attaccanti per due ruoli: Malinovskyi, Ilicic, Miranchuk, Muriel, Piccoli e Zapata. Se poi qualcuno non è soddisfatto è un altro paio di maniche. Numericamente possiamo giocare tante partite. La rosa in attacco dell’Atalanta, numericamente, è oltre a quelle che sono le mie abitudini”.

 

Clicca per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Advertisement

Da leggere

Altri in In primo piano

rfwbs-slide