Seguici su
1606814839090918

Editoriale

Forse il Napoli sarà più forte. Forse

Altro mistero, quello di Mertens, di cui Giuntoli si è lavato le mani dicendo “essere una trattativa privata del Presidente.”

A Ferragosto scenderà in campo,  forse un Napoli più forte e competitivo di quello dello scorso anno. Forse. Ma intanto  le delusioni  patite dai tifosi già si sentono.  In un colpo solo dover rinunciare a Insigne, Koulibaly, Ospina e Mertens; dover fremere per Fabian in scadenza di contratto; dover accettare Meret , quale portiere titolare; veder sfumare la fantasia di Dybala; temere che il Bayern faccia un sol boccone di Osimhen; capire che “realmente” nessuno è incedibile, rende tutto molto incerto mentre diventano 23 i giorni che separano all’inizio di campionato.

Sabato inizierà il secondo step della preparazione e Aurelio De Laurentiis sarà chiamato a rispondere dello “stato delle cose” che rendono troppi tifosi furenti o depressi.  Del portiere tanto atteso ancora sondaggi o trattative, così pure di Gerard Deulofeu, da due mesi atteso a Napoli come sottopunta perfetta di Osimhen. E invece…Invece la trattativa, come la borsa, sale e scende.

E Simeone lo prendiamo?  Forse. Sarebbe utilissimo al Napoli e Josè Alberti, esperto di calcio sudamericano, ai microfoni di TMW ha dichiarato: “ Simeone potrebbe essere un buon acquisto per il Napoli. Potrebbe fare 15/20 gol ed è proprio quello che manca al Napoli”. A 23 giorni dall’inizio della nuova stagione, ancora il gioco di lancio e rilancio con il rischio che il Siviglia s’insinui.

Per Solbakken, tutto lo staff del Napoli tira un sospiro di sollievo. L’attaccante del Bodo Solbakken,  atterrato all’aeroporto di Fiumicino si è recato direttamente alla clinica privata Villa Stuart dove l’attendeva anche il medico del Napoli. Le primissime notizie hanno fatto sorgere il dubbio che Roma-Napoli si giocavano un’altra partita, prima di capire che il giocatore era a Roma per il suo infortunio alla spalla per il quale occorreranno almeno tre mesi per tornare in campo. Così il Napoli potrà prenderlo con calma a parametro zero per gennaio.

Per il portiere trattativa segreta, secondo Repubblica, per Ivica Ivusic, portiere dell’Osijek stabilmente nel giro della nazionale croata . Le sue caratteristiche piacciono a Spalletti: gran fisico, calcia di destro e sa costruire dal basso. Ivusic inoltre ha un passato in Italia nell’Inter, ma non essendo ancora sedicenne non poteva essere tesserato.

Altro mistero, quello di Mertens, di cui Giuntoli si è lavato le mani dicendo nella prima e nella seconda conferenza stampa, “essere una trattativa privata del Presidente.”

Ventitrè giorni e tanti misteri o trattative lunghissime e incerte con una campagna abbonamenti che deve partire durante il ritiro a Castel di Sangro.

Spalletti, paziente, attende ma non si può allestire una squadra del tutto rinnovata in pochissimi giorni senza pagar dazio.

Foto internet Eurosport

 

 

 

 

Giornalista.

Clicca per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Advertisement

Da leggere

Altri in Editoriale

rfwbs-slide