Seguici su
1606814839090918

Altri sport

Federica Pellegrini e quell’amore mai nascosto per Napoli

La Divina ha scelto di concludere con il calore dei napoletani la sua lunga e brillantissima carriera nel corso del prossimo International Swimming League

“Ci sarò anch’io a Napoli. Saranno come i supplementari della mia carriera. Volevo chiudere con l’Olimpiade di Tokyo, ma c’è questa opportunità e mi piace l’idea di chiudere a Napoli, con la ISL che sarà una vetrina bellissima. Dovrò stare attenta in quei 40 giorni a non prendere troppo peso… visto le pizze che mangerò. Su questa decisione ha influito la pandemia, nel senso che questo ultimo anno e mezzo di stop mi ha dato lo stimolo per continuare e arrivare fin qui”. Così ha dichiarato La Divina nel corso della conferenza stampa per il lancio dell’International Swimming League, in programma a Napoli dal 26 agosto al 30 settembre.  E ancora: “E’ una cosa dell’ultimo momento, ho voluto fare una sorpresa. Sarà un’estate molto lunga, sarò a Napoli per capitanare la squadra dopo l’avventura a Tokyo. Sono contenta di lasciare in una città che adoro come Napoli e di gareggiare in una competizione così diversa e importante portata in Italia. Grazie alla città che ospita questo evento. L’unica preoccupazione di restare lì 40 giorni sarà il peso”.

Un gesto fatto on l’Irpinia nel cuore: all’indomani del tragico incidente sul Viadotto di Monteforte Irpino la Pellegrini gareggia con il lutto al braccio

Un legame forte quello tra Napoli e la stella del nuoto italiano, che in un’intervista durante uno dei suoi tanti soggiorni nella città partenopea, dopo aver apprezzato ed esaltato il calore e l’affetto del pubblico napoletano – e la pizza, di cui pare vada ghiotta –  aveva affermato: “Il mio rapporto con Napoli? Purtroppo non vengo spesso qui ma a Napoli sono legati tanti miei bei ricordi”.

La Pellegrini con il Sindaco di Pozzuoli Vincenzo Figliolia

Federica si fregia, però, anche di un’onorificenza importante: il massimo riconoscimento della città di Pozzuoli, come “Dama di Gran Croce” conferitole nel 2014 quando direttamente dalle mani del sindaco Figliolia ricevette il titolo al merito civico per la sensibilità e la vicinanza alla comunità puteolana dimostrata per il tragico incidente di Monteforte Irpino.  Il 30 luglio 2013, infatti, giorno dei funerali delle vittime della tragedia del viadotto, Federica Pellegrini gareggiò nella semifinale dei 200 metri stile libero ai campionati mondiali di Barcellona con una fascia nera disegnata sul braccio in segno di lutto, disegno che mostrò al mondo intero al termine della gara. “Questo gesto umile ma ricco di significato – dichiarò all’unanimità la giunta cittadina – ha toccato i cuori di tutti, perché non formale ma scaturito dalla sensibilità e spontaneità dell’atleta”.

 

 

Giornalista

Clicca per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Advertisement

Da leggere

Altri in Altri sport

rfwbs-slide