Seguici su
1606814839090918

In primo piano

Fabio Quagliarela già protagonista in precampionato

La scelta di restare con la Sampdoria è anche una scelta di vita: “Però mi piacerebbe restare alla Samp e cominciare allenando i ragazzini”.

Fabio Quagliarella riscalda i muscoli per affrontare un nuovo campionato nella Sampdoria senza alcuna perplessità nonostante la richiesta della Juventus: “L’offerta era vera ma alla fine non è stato un “no” a loro, ma un “sì” alla Samp. Ringrazio la Juve perché è stato un attestato di stima pazzesco a 37 anni. Ma stavo troppo bene qui”.

Ed eccolo già protagonista nell’amichevole con il Piacenza segnando due gol: “Spero di dare un grande contributo come gli ultimi anni – ha dichiarato al Secolo XIX – Mi dicono, l’anno scorso ti sei gestito…semmai mi gestiva Ranieri. Fosse per me giocherei sempre, ho grande voglia perché so che sono gli ultimi colpi”. Il sogno in vista del futuro è quella di arrivare ai 200 gol in A, ma la distanza è ampia visto che è fermo a 177. Più facile puntare ai 100 in maglia blucerchiata, visto che il conteggio è già arrivato a 99”.

Ma Quagliarella guarda avanti, “al dopo” e a tal proposito ha chiarito le sue intenzioni: “È capitata l’occasione di fare il corso e mi sono portato avanti. Non dico oggi che questo sarà l’ultimo anno, lo deciderò a metà stagione. Però mi piacerebbe restare alla Samp e cominciare allenando i ragazzini”.

Intanto, quest’anno si ricomincia con D’Aversa: “Un allenatore cazzuto che propone un calcio offensivo. È di rottura rispetto agli ultimi allenatori ma è uno stimolo. Assomiglia un po’ a Conte, anche a Giampaolo”.

Clicca per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Advertisement

Da leggere

Altri in In primo piano

rfwbs-slide