Seguici su
1606814839090918

In primo piano

Eveline Christillin: “I conti come sempre andranno fatti a fine stagione”

Eveline Christillin: ” Gli obiettivi sono due, la finale di Coppa Italia e la qualificazione in Champions,”

Eveline Christillin, manager torinese membro aggiuntivo Uefa del consiglio Fifa – nonché tifosissima bianconera intervistata da TuttoJuve sul match spareggio tra Juve e Napoli, ha dichiarato: “ E’ un appuntamento che diventa fondamentale, l’Atalanta ci ha superati e il Napoli ci ha raggiunti a quota 56. Penso che bisognerà sempre ringraziare la Juventus per quanto ci ha fatto vivere in questo decennio, la gratitudine e l’apprezzamento non dovrà mai venir meno. Ma cadere dal nono piano fa più male che cadere dal primo. E’ stato un grande dispiacere uscire con il Porto, squadra alla portata e non del valore del Bayern, si può anche perdere per carità ma preferirei che si parlasse di più del campo. Quest’anno ci sono stati troppi pettegolezzi e polemiche su situazioni accadute fuori, come quella di Suarez”.

Se col Napoli dovesse andar male, si aspetta un cambio in corsa in panchina?

“Non ho nessuna informazione di nessun genere, per cui posso rispondere come una tifosa qualunque. La scelta di Pirlo è stata del presidente, che in quella rovente giornata di agosto decise di promuovere l’allenatore dell’U23 al timone della prima squadra. Se ci sarà una rifondazione da fare, bisognerà avere una continuità almeno in quello. Non so quale è il pensiero di Andrea in questo momento, ma i conti come sempre andranno fatti a fine stagione. Questa è la mia idea. Gli obiettivi sono due: la finale di Coppa Italia e la qualificazione in Champions, poi si tireranno le somme un po’ come successo a Sarri che, comunque, aveva vinto uno scudetto”.

Giornalista.

Clicca per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Advertisement

Da leggere

Altri in In primo piano

rfwbs-slide