Seguici su
1606814839090918

Europa League

Europa League, sei bellissime sfide: si comincia con il Leicester

Il peggior avversario sarà la paura di sbagliare per non arrivare al secondo posto

 

Sarà la prima avversaria del Napoli: in Inghilterra il 16 settembre sarà Leicester-Napoli.  Eppure qualche esclamazione colorita è sfuggita ai più  quando dalla pallina magica è stato estratto il Leicester come uno degli avversari  nel girone di Europa League . Poi lo Spartak Mosca e il Legia Varsavia per completare, ma Luciano Spalletti  commenta in positivo:  ”Non avevo preferenze perché in tutte le partite c’è scritto Napoli, ma sono certo che saranno sei bellissime sfide”.

E Matt Elliott, ex giocatore ed oggi dirigente delle Foxes, dice: “ Quando abbiamo visto che la nostra prima avversaria sarebbe stato il Napoli abbiamo tirato un grosso sospiro.  Sono stati davvero impressionanti nelle loro ultime apparizioni in competizioni europee. Hanno davvero grandi giocatori, poi noi andremo a Mosca ma credo che senza il Napoli avremmo il girone più facile.”

Ed è arrivato anche il commento dell’allenatore del  Legia Varsavia: “ Per noi è stato un sorteggio fantastico. Giocheremo contro grandi squadre e proveremo a mostrare il nostro lato migliore. Inoltre giocheremo contro il mio allenatore preferito, Brendan Rodgers del Leicester. Napoli?  Vidi la partita con il Barcellona e sognavo di allenare lì un giorno.”

Da Mosca invece un tweet sarcastico dell’amministratore delegato dello Spartak che ha definito quello del Napoli, “il girone della morte:  “Leicester, Napoli e noi… Potete buttarci fuori dalla Champions League, ma non potete toglierci la Champions League”.

Ci sarà tempo per analizzare le tre squadre avversarie del Napoli, ma quel che sembrava accantonato nella memoria è emerso dopo il sorteggio: ovvero la necessità di vincere il girone.

Con la creazione della terza competizione, la Conference League, l’Europa League ha subito qualche modifica che sarà ben gradita soltanto dalle squadre che risulteranno vincitrici del girone che accederanno agli ottavi (com’è per la Champions) e non più ai 16esimi perché il nuovo format prevede 32 squadre (non più 48). Così Le vincitrici dei gironi passano direttamente agli ottavi di finale; le seconde del girone affrontano in uno scontro ad eliminazione diretta le terze classificate nei gruppi di Champions per un posto agli ottavi; e le terze classificate passeranno alla fase a eliminazione diretta della Conference League, dove affronteranno le seconde dei gironi della Conference per un posto agli ottavi.

Giornalista.

Clicca per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Advertisement

Da leggere

Altri in Europa League

rfwbs-slide