Seguici su
1606814839090918

In primo piano

“Domani cambierò qualcosa, gioca Ghoulam e sarà capitano”, Spalletti gli dà le chiavi del Napoli

Eppure, in questo pazzo campionato nessuna squadra ha mostrato continuità di risultati e prestazioni

Soltanto una passerella, poi il sipario si chiude e dietro le quinte si tenterà di capire quale Napoli verrà, mentre tutti i giocatori partiranno per le vacanze in attesa di ritrovarsi il 9 luglio in Val di Sole con un mercato che farà rizzare i capelli a Spalletti se li avesse.

Oggi intanto al Picco sfilerà Faouzi Ghoulam con la fascia di capitano per l’ultima in maglia azzurra e tale decisione porta alla mente l’ultima di Christian Maggio che dopo 10 anni,  308 presenze e 23 gol non scese in campo neanche 1 minuto per decisione del signor Maurizio Sarri.  Questione di stile, di sensibilità, di rispetto che Ghoulam merita, come avrebbe meritato Maggio.

Zanoli sarà il terzino destro titolare come Meret in porta. Spalletti vuole l’ultima vittoria ma ancor più vuole ringraziare i comprimari in un campionato molto difficile per i tanti, troppi infortuni che hanno limitato le scelte ma anche per le troppe incertezze con voci di mercato e contratti sospesi durante l’anno.

Le accuse alla squadra e a Spalletti non si placano per quelle cadute che non hanno spinto gli azzurri a lottare sino in fondo per lo scudetto.  Eppure, in questo pazzo campionato nessuna squadra ha mostrato continuità di risultati e prestazioni: nè la Fiorentina risorta dopo gli ultimi anni, né l’Atalanta precipitata all’8° posto, né la Juventus aggrappata al 4° posto che le consente di avviare la rinascita. Per l’Inter e il Milan poi sarebbe giusto rileggere i risultati di tutto il campionato per capire che sono state fermate più volte da squadre senza pretese europee e tante altre volte hanno centrato la vittoria per il rotto della cuffia.

Sarà comunque una festa per entrambe le squadre salutare e poter progettare il futuro chi in una direzione, chi in un’altra. Ma al momento, in questa incertezza sovrana che regna, Spalletti sarebbe felice di poter centrare ancora la Champions come si deduce dalle sue parole in conferenza stampa: “ Si ripartirà tutti da zero con equilibrio e ci sarà una squadra in più dentro, la Fiorentina con gli investimenti del club ed il lavoro di Italiano che s’è visto: il condominio si allargherà di un appartamento e bisognerà essere bravi. In questa competitività di 8 squadre non sarà scontato andare in Champions, ci sta che qualche volta dover rincorrere e rimontare addosso al top della classifica”.

Spezia-Napoli può cominciare per salutare un campionato che ha regalato al Napoli nuovamente la Champions League.

Giornalista.

Clicca per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Advertisement

Da leggere

Altri in In primo piano

rfwbs-slide