Seguici su
1606814839090918

In primo piano

Di Lorenzo: ” Non siamo accreditati tra i primi? Siamo forti e possiamo divertirci quest’anno”

Zanoli: “Per quanto riguarda l’obiettivo di squadra, il Napoli merita di vincere lo Scudetto”.

Sul palco di  di Radio Kiss Kiss, in Piazza dl Plebiscito,  Giovanni Di Lorenzo e Alessandro Zanoli sono intervenuti per salutare i tifosi e rispondere alle domande del giornalista Carlo Alvino:

Tua figlia si chiama Azzurra, è un caso? Già ci piaceva il nome, poi anche per il Napoli e la Nazionale abbiamo deciso così”.

E’ vero che sono partiti giocatori importanti, ma tutti dobbiamo prenderci le responsabilità e crescere come gruppo. Victor può prendersele pur essendo giovane. Poi ci sono Anguissa e Mario Rui che hanno grande esperienza. Tutti insieme dobbiamo aiutare i più giovani”

Frase napoletana per dare la carica ai tifosi? “Nun c’accire nisciun mi piace”

Messaggio ai tifosi? “Con la partenza di giocatori importanti, all’inizio si respirava dispiacere. Sono arrivati nuovi giocatori con voglia di far bene. C’è un gruppo che ha voglia di far bene, che vuole lavorare e fare di tutto per questa maglia. Noi sicuramente daremo il massimo”.

Su Kvara: “All’inizio non lo conoscevo, appena ho visto che il Napoli l’aveva acquistato ho visto dai video che era forte. Poi in allenamento ho capito perchè il Napoli ha puntato su di lui. In allenamento ci tiene particolarmente impegnati, è molto bravo”.

Sulle griglie estive che non mettono il Napoli tra le prime della classifica: “Questa cosa ci deve migliorare, ma non dobbiamo leggere le cose esterne. Siamo forti e possiamo divertirci quest’anno. Ci motivano queste cose. Abbiamo visto che il Milan non era dato per favorito e poi ha vinto”

Obiettivo? “Migliorare sempre. Uno parte sempre per migliorare il risultato dell’anno prima. Ci sono tante squadre forti, noi siamo tra quelle”.

Sui nuovi arrivi e un bilancio del ritiro: “Sono partiti diversi giocatori, sono arrivati altri altrettanto bravi. Hanno portato una ventata d’aria fresca. Il bilancio è positivo, tra poco si farà sul serio visto che inizierà il campionato”.

Le motivazioni le trovo anche dentro di me, spingo ogni giorno al massimo. Dietro di me c’è Zanoli, la competizione aiuta ad alzare il livello”

Su Zanoli: “E’ giovane e bravo. Deve fare il suo percorso come ho fatto io, deve continuare così.

Non salti una partita, come fai? “Il lavoro, l’alimentazione sono cose importanti. Dobbiamno curare tutti i dettagli per rendere al massimo.

Sulla Nazionale: “Il calcio cambia velocemente. Siamo passati dal tetto d’Europa alla non qualificazione ai Mondiali. Dobbiamo ripartire come abbiamo fatto 4 anni fa, stare uniti per portare l’Italia e vincere di nuovo qualcosa di importante”.

Che significato ha la fascia da capitano? “E’ una bella responsabilità, ma sono pronto a coglierla. L’hanno indossata grandi calciatori, per me è un orgoglio. Mai avrei immaginato di diventarlo, ora sta a me dimostrare di meritarla”.

La parola ora a Zanoli

Chi è quest’anno la figura di riferimento? “Sicuramente oltre a Di Lorenzo ci sono Anguissa, Juan Jesus, Mario Rui e Anguissa. Anche Osimhen pur essendo giovane, dobbiamo imparare da loro”

Terzino destro più forte d’Europa? “Oltre a Di Lorenzo? A me piace anche Alexander Arnold”

Perchè invidi a Di Lorenzo la mentalità? “Intendo cattiveria in campo che ancora devo imparare

Kim? “Simpatico, è un bravo giocatore. Mi ha sorpreso la fisicità. Tatticamente mi aspettavo qualcosa di peggio, in realtà mi ha colpito”

Tanti giovani in rosa: “Si deve sempre puntare sui giovani, partire dai giovani è un bel prospetto per la sociuetà per la rivendita e per gli altro obiettivi”

Bilancio del ritiro? “E’ stato divertente! In campo abbiamo lavorato, fatto sacrifici e doppi allenamenti. Ma è il nostro mestiere”.

Champions? “Non vedo l’ora di sentire la musichetta”.

Quali emozioni hai provato all’esordio? “Grandissima emozione a Udine, mi sarebbe piaciuto esordire in casa ma va bene lo stesso. Con la Fiorentina al di là del risultato è stata una bellissima emozione”.

Cosa invidi a Di Lorenzo? “Forse la vittoria dell’Europeo (ride, ndr). Per quanto riguarda le caratteristiche sicuramente la mentalità”.

Qual è l’obiettivo personale e con il Napoli? “L’obiettivo personale è fare bene e portare i tre punti a casa. Per quanto riguarda l’obiettivo di squadra, il Napoli merita di vincere lo Scudetto”.

Foto Twitter Official SSC Napoli

Clicca per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Advertisement

Da leggere

Altri in In primo piano

rfwbs-slide