Seguici su
1606814839090918

In primo piano

Daniele Chiffi dirigerà Napoli – Fiorentina

L’ultima designazione di Daniele Chiffi è stata per Napoli-Udinese con la vittoria degli azzurri per 2-1

Per la direzione di Napoli – Fiorentina in programma domenica alle 12,30 è stato designato il signor Daniele Chiffi di Padova  che sarà assistito da Passeri – Paganessi; IV uomo Manganiello; al Var Di Bello e all’Avar Cecconi.
Il suo esordio in serie A risale al 10 maggio 2014 dirigendo Sampdoria-Napoli (2-5) e nel giugno  dello scorso anno fu designato per il play off d’andata tra Palermo e Frosinone quando fu negato un rigore al Palermo al ventiduesimo per un fallo su Nestorovski  trattenuto vistosamente in area di rigore. Il 30 giugno viene resa nota la promozione in serie A.

Daniele Chiffi, ingegnere gestionale, ex mezzofondista, è un atleta ancor giovane (classe ’83) che non riesce ancora a tenere in pugno una situazione quando diventa difficile: nel novembre 2016 diresse Torino – Chievo (2-1) meritando un 4 in pagella dopo “una serata disastrosa” come scrisse la Gazzetta dello Sport; per Juventus-Sassuolo, a settembre scorso, il Corriere dello Sport scrisse: “Ha dimostrato di non essere pronto; inutile buttare a mare arbitri giovani senza salvagente. La summa degli errori è tutta nella gestione del caso Douglas Costa-Di Francesco“. Altro capolavoro di Chiffi, proprio all’ex San Paolo, per Napoli-Chievo come già detto: il Napoli lamentò due interventi in successione, di Bani su Mertens e Obi su Zielinski, ma l’episodio più eclatante, solare, incontrovertibile fu l’intervento falloso di Obi su Callejon. Il Corriere dello Sport, così commentò :” Il possesso e il vantaggio rispetto al pallone ce l’ha l’esterno del Napoli. Obi, vistosi superato, va diretto sull’avversario, ponendo come primo ostacolo l’avambraccio destro con il quale entra in contatto con l’avversario. Tutto questo avviene appena dentro l’area, ma poi l’ex giocatore del Torino allarga il braccio e spinge il giocatore, e qui siamo arrivati a cavallo della riga. Insomma, al limite: avesse dato rigore, chi poteva contestarlo?”.

Con il Napoli sono 6 i precedenti con 1 pareggio e 5 vittorie, l’ultima delle quali Sassuolo-Napoli 1-2 del dicembre scorso, che segnò anche la prima vittoria per Gattuso. Anche in quella partita, con Valeri al VAR, non vide un fallo in area commentato dalla moviola di Cesari a Tiki-Taka: “Come non vedere Locatelli a cravattare, cingere Hysaj?”. L’ultima in ordine di tempo un Napoli-Udinese di luglio con la vittoria dei partenopei per 2-1.

Giornalista.

Clicca per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Advertisement

Da leggere

Altri in In primo piano

rfwbs-slide