Seguici su
1606814839090918

In primo piano

Copa America, si comincia

Molta preoccupazione per il focolaio Covid scoppiato nel ritiro del Venezuela  che ha costretto il Ct José Peseiro a rivoluzionare la squadra

Inizia stanotte il torneo più importante per le sudamericane che dal 13 giugno sino al 10 luglio terranno svegli i più appassionati. Dopo il cambio di sede e le polemiche per la pandemia che non dà tregua, questa notte alle 23 si comincia con Brasile- Venezuela allo stadio Garrincha di Brasilia; alle 2 è la volta della Colombia di Cuadrado e Muriel affrontare l’Ecuador a Cuiaba. Due le partite in cartellone anche nella notte di lunedì: s’inizia alle 23 con  Argentina-Cile, si prosegue alle 2 con Paraguay-Bolivia.

Dieci le squadre che partecipano divise in due gironi:   Argentina, Bolivia, Brasile, Cile, Colombia, Ecuador, Paraguay, Perù, Uruguay e Venezuela.

Al momento come riferisce Sky, le maggiori preoccupazioni sono legate al focolaio di Covid-19 scoppiato nel ritiro del Venezuela  che ha costretto il Ct José Peseiro a rivoluzionare la squadra che, appena pochi giorni fa, era scesa in campo contro l’Uruguay nel match di qualificazione ai Mondiali. Il primo a rendere noto l’esito del tampone è stato il capitano del Venezuela, Tomas Rincon: “Mi dispiace di non poter rappresentare il mio Paese – ha scritto il centrocampista del Torino su Instagram – Ma devo dare priorità alla mia salute e a quella di chi mi sta attorno”.

In totale, prosegue Sky Sport, stando a quanto comunicato dalla Federcalcio venezuelana, il numero dei calciatori attualmente positivi è di otto, tutti titolari nell’ultima partita disputata. Altre positività sono state registrate nello staff. Le defezioni hanno costretto il Venezuela ad effettuare delle convocazioni “parallele”. In Brasile, infatti, è arrivato un gruppo di quindici giocatori chiamati all’ultimo istante dal commissario tecnico Peseiro. La Conmebol, proprio in virtù di questo caso, ha concesso a tutte le nazionali di poter effettuare un numero illimitato di sostituzioni nella lista per motivi sanitari.

Clicca per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Advertisement

Da leggere

Altri in In primo piano

rfwbs-slide