Seguici su
1606814839090918

In primo piano

Con Luciano Spalletti torna “spalla a spalla”

Spalletti ha sposato non solo i giocatori azzurri ma in un abbraccio, ha coinvoto i tifosi, i primi calciatori che faticano sette camicie sugli spalti

“Va detto grazie a chi è entrato, loro hanno fatto le cose giuste: qui non si gioca per giocare al posto del compagno ma per giocarci al fianco”. Ancora Spalletti a rimarcare l’uno d’appoggio all’altro e il primo segnale di questo nuovo corso lo indicò Lorenzo Insigne che da capitano, dopo l’espulsione di Osimhen in Napoli – Venezia, disse “non fa niente” e con il braccio ordinò la carica. Era la prima partita di campionato; la prima con il pubblico al Maradona; la prima dopo quel Napoli-Verona; la prima che toglieva ogni speranza di un mercato di rinforzo della squadra.  Fosse rimasto il Napoli fermo su quell’incidente di Osimhen senza vincere, non si parlerebbe oggi del carattere della squadra.

Con Luciano Spalletti sembra essere tornati un bel po’ indietro nel tempo, quando Rafa Benitez spazzò via il provincialismo del Napoli promuovendo la filosofia di “spalla a spalla”. Spalletti ha sposato non solo i giocatori azzurri ma in un abbraccio, ha coinvoto i tifosi, i primi calciatori che faticano sette camicie sugli spalti o a casa davanti la TV. E pure i caparbi ultrà che continuano a non entrare per un principio infantile  “o tutti o nessuno” restano fuori lo stadio con la radiolina tra le mani soffrendo l’inferno di ansia nell’attesa dell’urlo “amico”. E c’è pure chi dice che una partita è divertimento. Questo toscano di Certaldo avrà letto non poco la vita napoletana di Boccaccio se è riuscito a centrare la cazzimma bonaria di un popolo che ne parla senza saperla usare in modo speculativo. Magari bianco/nero.

E’ merito di Spalletti che ha riportato l’entusiasmo “dentro” la tifoseria che finalmente riesce a leggere il pareggio raggiunto a Leicester come una grande impresa.

Giornalista.

Clicca per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Advertisement

Da leggere

Altri in In primo piano

rfwbs-slide