Seguici su
1606814839090918

In primo piano

Clima disteso a Castel Volturno, si prepara il gran ritorno con campionato ed Europa League

L’Atalanta dovrà ritemprare 13 giocatori di ritorno dalle Nazionali; il Napoli sfrutta l’isolamento per un potenziamento fisico

In isolamento fiduciario a Castelvolturno, quell’aria pesante dei giorni scorsi sembra essersi alleggerita e Dries Mertens ci ha scherzato su postando una foto insieme al compagno Koulibaly. “Se ci tengono rinchiusi ancora una settimana credo che passeremo ad un altro sport”. Gattuso ci ha messo del suo per ottenere questo clima disteso e sta sfruttando questo periodo di isolamento per lavorare sulla preparazione atletica dei suoi ragazzi. Lo riporta il Corriere del Mezzogiorno: “Nella «bolla» di Castel Volturno gran lavoro sta facendo il Napoli in vista della gara di sabato prossimo contro l’Atalanta. Ripetute, lavoro in palestra per il potenziamento muscolare, sessioni aerobiche per crescere sulla resistenza atletica, dopo una preparazione estiva più corta del solito: questo periodo può rivelarsi molto prezioso. Gattuso sta facendo correre il Napoli, l’obiettivo è anche scaricare le tensioni migliorando sotto tutti gli aspetti e compattando il gruppo”.

E sarebbe una gran sorpresa se proprio il Napoli potesse contrastare sul piano fisico gli atalantini  che sorprendono sempre più dal dopo lockdown in poi.  Sono partiti a razzo e a suon di gol ma ogni allenatore ha sempre dovuto fare i conti con le soste per la nazionale. Per Gasperini non sarà facile “rigenerare” il Papu di ritorno dall’Argentina, Zapata e Muriel dalla Colombia, oltre 10 giocatori nelle varie nazionali in Europa. Il Gasp dovrà studiare la formazione, soprattutto per la panchina,   con Toloi (forse) positivo al coronavirus e indisponibili per motivi diversi anche Gollini, Pessina, Caldara e Piccini.  Anche il Napoli dovrà fare a meno di Insigne che ancora lavora in palestra e aspetta un faccia a faccia con il fratello il prossimo 25 ottobre. E saranno assenti pure  Zielinski ed Elmas ma Gattuso ha in animo di buttare nella mischia Bakayoko dal primo minuto e verificare se il 4-2-3-1 resta equilibrato con un gioco tanto offensivo.

Ma sabato sia l’Atalanta che il Napoli dovranno iniziare a valutare il minutaggio perché mercoledì alle 21 la Dea debutterà con una piccola caparbia squadra danese il Midtjyland, divenuta un piccolo capolavoro avendo accolto tutti i giocatori messi alla porta dai top club. Non sarà certo il tipo di gioco a impensierire Gasp, quanto la fatica e la rosa (in difesa) troppo corta.

Il Napoli che potrà invece sfruttare “la bolla”, giovedì 22 ottobre alle 18.55, se la vedrà con l’Az Alkmaar dove gioca la nuova stella olandese, Calvin  Stengs, il 21enne  per il quale il Napoli aveva mostrato molto interesse. Stengs ha una buona dote fisica, una discreta rapidità ed ama partire dalla fascia destra per poi accentrarsi. Insomma, un tipico giocatore alla Gattuso, che ama particolarmente gli esterni che giocano in questo modo: rapido e veloce, che a piede invertito, si accentra per cercare il tiro o l’assist. Un brutto cliente per Koulibaly e soci.

Giornalista.

Clicca per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Advertisement

Da leggere

Altri in In primo piano

rfwbs-slide