Seguici su
1606814839090918

Campionati esteri

“C’erano una volta i brasiliani” che hanno deluso le aspettative

Accolti come campioni che avrebbero dovuto fare la differenza, tornano in Brasile lasciando tanti delusi: i flop brasiliani

Potremmo intitolare con “C’erano una volta i brasiliani”, il racconto delle apparizioni di molti brasiliani che hanno fallito nel campionato italiano, ma tornati a casa loro sono tornati a brillare. Un racconto che raffigura in molti casi il peggio dei verde-oro. Si sa che nel nostro campionato sono passati fior fior di talenti brasiliani, ma nel mezzo qualche “pacco” si rischia sempre di trovarlo. Particolare è la storia di Gabriel Barbosa Almeida, detto Gabigol, Sbarcato a Milano sponda nerazzurra, viene accolto come il nuovo “messia” del calcio, ma alla fine si rivela un grande bluff:  pagato 30 milioni di euro, non riesce a rendere come aveva fatto nel suo paese. Nell’unica stagione a Milano rimedia solo 6 presenze e solo un gol. Quella di Gabigol non è l’unica esperienza negativa, in tal senso si potrebbe creare una vera e propria formazione.

Partendo dalla porta, pochi o quasi nessuno ricorderà della meteora Diego Cavalieri, che dal Liverpool atterra a Cesena, per lui zero presenze, esperienza non certa edificante come i suoi colleghi Julio Cesar o Alisson.

Passando al reparto difensivo come non citare Roque Junior, difensore del Milan, già dalle prime apparizioni lascia tutti dubbiosi, ma comunque giocherà la finale di Champions contro la Juventus. Sempre nel Milan, altra meteora il difensore Julio Cesar, nella sua esperienza in rossonero non ha lasciato tracce. Chiuso in quel periodo dalla coppia Maldini-Costacurta, non ha spazio e viene relegato in panchina.

Anche all’ombra del Vesuvio, non brillò del tutto il talento di Andrè Cruz, piede buono: rimangono in memoria le sue mitiche punizioni ancora nei ricordi dei tifosi, ma lasciava a desiderare per alcuni suoi anticipi da cardiopalma.

Qualche “bidone” anche in casa giallorossa, da Madrid ecco arrivare Cicinho, nei progetti della società avrebbe dovuto sostituire Cafu, tra cali di forma e problemi personali ma l’esperimento è fallimentare.

Sempre a Roma, nel 2016 arriva Gerson, neanche ventenne, dal futuro radioso, una stagione e mezzo alla capitale, rimedia 28 presenze e due gol, poi il trasferimento a Firenze, ma anche lì non lascia il segno.

Nel centrocampo interista si affaccia un “oggetto” misterioso, Marcos André Batista Santos, meglio noto come Vampeta. Viene acquistato nel 2000, alla prima apparizione segna in Supercoppa contro la Lazio, ma nell’unica stagione a Milano rimedia una sola presenza.

Sempre a Roma, negli anni 90, arriva Renato Frustalupi, sexy simbol e presentazione da star, cresciuto nel Gremio; arriva a Roma insieme al suo connazionale Andrade, il primo verrà ricordato più per la bella vita e donne che per le sue giocate in campo, mentre il secondo per la sua lentezza.

Nel fronte attacco come non ricordare di Diego, attaccante della Juventus targata Conte, esordisce con un gol contro la Roma all’Olimpico, sembra arrivare la samba, ma il suo gioco si spegne partita dopo partita. Solo 5 gol e dopo una sola stagione lascia Torino.

In casa Milan si attendono i gol e le giocate di Ricardo Oliveira, giunto per 17 milioni di euro: esordio e gol contro la Lazio, ma la sua avventura finisce subito; Carlo Ancelotti non lo impiega molto e dopo una stagione ritorna in Spagna.

Dopo le notti magiche di Italia 90 in cui aveva allenato la selezione verde oro, siede sulla panchina della Fiorentina Sebastiao Lazaroni, eccentrico mister che non riesce a lasciare il segno così che la sua avventura dura un anno e mezzo. Dopo un’esperienza all’estero, ritorna in Italia a Bari nella stagione 92-93, ma anche in Puglia la sua esperienza non è da ricordare. In Italia sarà ricordato per la sua difficoltà nel parlare italiano, caratteristica che la Gialappa’s Band prenderà di mira durante il programma Mai dire Gol.

Collaboratore - Laurea in Teologia

Clicca per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Advertisement

Da leggere

Altri in Campionati esteri

rfwbs-slide