Seguici su
1606814839090918

In primo piano

Caso Zaccagni-Lazzari – La Lega accusa la FIGC di screditare i club

Caso Zaccagni-Lazzari – La Lega accusa la FIGC di screditare i club

La Gazzetta dello  Sport analizza l’addio di Zaccagni e Lazzari dal ritiro della Nazionale divenuto ormai un caso e per innescarne altri. Prima l’addio, con motivazioni fumose, al ritiro di Coverciano dei laziali Lazzari e Zaccagni per “problemi pre-esistenti”. Poi i commenti, dal c.t. Roberto Mancini che aveva abbozzato pur sorpreso. Poi il presidente Figc, Gabriele Gravina che aveva sostenuto che chi fugge dal’Azzurro se ne assume le responsabilità. Ora, al botta e risposta, si aggiunge la Lega di Serie A a stretto giro della Lazio.

LA LEGA DI A: STUPORE

Da fonti della Lega riportate dall’agenzia Ansa “si esprime stupore per l’ennesimo tentativo da parte della FIGC di screditare, e di conseguenza danneggiare, i club di Serie A in un momento in cui, riprendendo le parole che lo stesso presidente Gravina ha pronunciato oggi, si dovrebbe essere uniti”.

Parole che fanno eco a quelle espresse poco prima sempre all’Ansa da fonti della Lazio. “Grande sorpresa e stupore” la reazione biancoceleste con il club che precisava come “negli ultimi giorni, sin da prima dell’incontro di Wembley, lo staff medico della Nazionale, nella persona del prof. Ferretti, si è interfacciato più volte con quello biancoceleste, nella persona del prof. Rodia, come è prassi, tenendolo costantemente informato sulle condizioni dei due calciatori che hanno presentato alcune problematiche di carattere medico dopo i primi allenamenti. Il 2 giugno – prosegue la ricostruzione di fonte biancoceleste -, lo staff medico della Nazionale ha comunicato definitivamente alla Società la decisione di farli ritornare a casa, in quanto le loro condizioni fisiche non permettevano di proseguire gli allenamenti”. “All’esito di questa comunicazioni – fa sapere ancora la Lazio – i giocatori hanno concluso il ritiro a Coverciano e sono stati sottoposti, al loro rientro, agli accertamenti strumentali del caso che hanno confermato le diagnosi. Infine sono stati sottoposti alle prime terapie mirate e sono costantemente monitorati. Le altre ricostruzioni lette su diversi organi di informazione sono pertanto false e alcuni commenti totalmente privi di fondamento”.

Clicca per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Advertisement

Da leggere

Altri in In primo piano

rfwbs-slide